Ultime uscite

Etiopia – Eritrea: dopo 20 anni, un incontro storico ‘Ora possiamo sperare un ventennio di sfiducia e muoverci in una nuova direzione’

di

‘Un momento veramente storico, un abbraccio fraterno tra i due leader, la compagnia aerea di bandiera etiope, l’Ethiopian Airlines, che atterra ad Asmara dopo più di due decadi, gli abitanti di Asmara uniti a dare il benvenuto alla delegazione’, ha commentato su Twitter il ministro eritreo dell’Informazione, Yemane Meskel.

Netanyahu vuole la Valle del Giordano, l’Europa dov’è? Privare la Palestina dell’accesso all’acqua è un crimine internazionale; l’Europa di von der Leyen potrà iniziare da qui a “difendere i nostri valori e le nostre norme a livello mondiale”
di

L’UE ha stipulato un accordo commerciale sia con la Palestina che con Israele, dove vi sono norme precise sul rispetto di quei diritti, in mancanza del quale sono previste sanzioni, molto pesanti, che non sono mai state applicate

Gentiloni, bilancio, migranti: Order, order! please La polemica sui poteri di Gentiloni, le illusioni sul bilancio, la revisione di Dublino: fare parte dell’UE implica essere parte di un sistema ampio e complesso, vogliamo fare lo sforzo di comportarci da persone serie e consapevoli delle regole?
di

Ora sarebbe semplicemente logico che l’Italia dimostrasse a sé stessa e all’Europa di essere un Paese civile, che conosce e rispetta il sistema UE e le sue regole, non dissimili da quelle di un qualunque Stato

Commissione UE: dalla Francia una dittatura dello spazio? La nomina del Commissario Sylvie Goulard a responsabile della nuova direzione generale dell’Industria, della Difesa e dello Spazio fa temere che Parigi eserciterà un potere sempre più dispotico sulle sorti della politica spaziale europea
di

Riteniamo che alcune scelte elaborate tra la capitale francese e Berlino stiano portando l’Europa della tecnologia a un ruolo di assoluta subalternità rispetto alle principali potenze mondiali

Governo: fiducia sulle belle speranze Cambiare tante idee, tanti ‘amici’, tanti atteggiamenti in pochi mesi è una cosa che lascia senza parole. Lui, Conte, le parole le ha trovate, tante, ma spiegazioni su come metterle in pratica neanche una
di

Innovativo è stato il suo parlare molto dell’Europa, il tono è positivo, collaborativo, ed è evidente un atteggiamento meno ostile dell’Europa nei nostri confronti, ma meglio non illudersi di avere vita facile

La ‘carne’ del Governo Conte: non vince chi è forte, vince chi dura Il perdente: l’ingenuo Matteo Salvini, che non ha saputo capire il mondo con il suo Mosca-gate. I vincitori: Mattarella, Prodi, Franceschini, Zingaretti, tre democristiani, un comunista, che hanno capito perfettamente la ‘seconda guerra fredda’
di

David Petraeus, ex capo della CIA, a Cernobbio parla di ‘Seconda guerra fredda’, ed è espressione che definisce la sfida e il confronto in corso tra Washington, Mosca, Pechino. L’Italia da Yalta in poi è cruciale