domenica, Marzo 24

Viaggio in Svizzera: ecco cosa visitare assolutamente Oltre ai luoghi romantici ed ideali per rilassarsi, non mancano le attrazioni come i diversi cantoni ed il Casinò di Lugano

0

L’ estate è alle porte ed è giunto il momento di programmare le vacanze. Tra le tante mete a disposizione in Italia ed in Europa, ce n’è una che sembra attirare l’attenzione di migliaia di turisti: la Svizzera. Situata al confine con l’Italia, il paese elvetico è ricco di attrazioni da visitare assolutamente come i diversi cantoni ed il Casino di Lugano per gli appassionati di gioco.  Lugano è tra le città svizzere più amate, grazie alla vicinanza linguistica e geografica, visto che dista appena 80 km da Milano. Vediamo quali sono i posti da visitare e le esperienze da fare assolutamente a Lugano.

Dopo il recente restauro, la Cattedrale di San Lorenzo è una tappa obbligata. Costruita nell’XI secolo, si trova proprio nel centro storico della città. Sede vescovile dal 1971, è il fulcro della vita cattolica di tutto il Ticino. Di base romanica, è stata successivamente arricchita con elementi in stile gotico-rinascimentale e barocco.

C’è poi il Lido di Lugano, la spiaggia degli svizzeri. Aperto tutti i giorni, da maggio a settembre, è il luogo ideale per prendere il sole, rilassarsi o dedicarsi allo sport. Nel lido, infatti, c’è una spiaggia di 2000 metri quadrati, una piscina olimpionica, vasche per i bambini e anche una piscina per tuffi dal trampolino.

Non solo Lugano

Non dimentichiamo, poi, la città di Schaffhausen. Questo piccolo borgo è bagnato dalle acque del Reno e questo fiume è da sempre una ricchezza per la zona. Infatti, grazie soprattutto all’interruzione delle acque presso alle imponenti cascate Sciaffusa, poco fuori dal centro abitato, la città nel passato diventava scalo commerciale e base di rifornimento. Il centro città è uno straordinario esempio di arte e architettura rinascimentale. Schaffhausen è famosa per i numerosi bow windows delle case delle antiche e ricche famiglie borghesi locali. Di notevole interesse architettonico è il bow window della Haus Zum Goldenen Ochsen (la “casa del bue d’oro”) in cui si notano particolari ritraenti il bue dorato che dà il nome al palazzo e altre scene guerresche. Se poi si mantiene lo sguardo in su si notano i colorati affreschi rappresentanti vivaci allegorie. Questi tesori artistici doneranno un tocco di fascino alle vostre passeggiate.

Percorrendo la strada centrale Vordergasse, arriverete ad un punto lievemente collinare dal quale potrete ammirare la fortezza di Munot, emergente accanto alla sponda del Reno. In questo luogo simbolo di Schaffhausen si celebrano le festività importanti; soprattutto in estate si anima di balli e di rievocazioni storiche accompagnate dagli immancabili spumeggianti fuochi d’artificio capaci di emozionare non solo i grandi, ma anche i piccoli compagni di viaggio.

Nella zona periferica di Schaffhausen si nasconde uno dei luoghi più preziosi della Svizzera: le cascate del Reno. Questo imperdibile dono della natura vanta il primato di cascata più estesa d’Europa: con i suoi 150 metri di estensione e 23 di altezza, questa cascata vi regalerà uno degli scatti fotografici più belli della vostra permanenza.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore