domenica, Maggio 26

Usedpanties, 'sono meglio degli spaghetti' Intervista alla scrittrice di libri erotici Danielle Olsen

0
1 2


Come si realizza un’impresa nuova? A partire dalle idee. E’ questo quello che deve aver pensato Camilla (none di fantasia) una giovane ragazza che gestiste un sito web (http://www.usedpanties.sexy) dove vende mutandine sporche. Sembra una cosa strana ma pare che tantissimi uomini (ma anche donne) in tutto il mondo, facciano richiesta di mutandine sporche perché amano conservare l’odore di una donna. Camilla dal suo sito descrive così la sua attività: «Tante ragazze vendono già le loro mutandine usate ma nessuna di loro ha mai pensato di renderle un oggetto d’arte unico, eros e sensualità da venerare. Le mie mutandine saranno gioielli sotto il vostro cuscino, tutte da stropicciare per scoprire la mia fragranza 100% italiana. Una succosa materia prima tutta Made in Italy personalizzata in modo diverso per ognuno di voi. E sarò sincera, bella e gustosa perché così è l’Italia che rappresento. Sono quell’Italia dai capelli scuri e dalle labbra carnose, quella che la domenica a pranzo guarda i film di Fellini e Monicelli, quella che mangia il sugo fresco condito con il miglior basilico. Ma sopratutto, sono quell’Italia che si ama e che si sa far amare per la sua autenticità».

Sul sito di Camilla si trovano tantissimi tipo di biancheria intima. Alcune mutandine sono molto sexy, altre fanno parte della collezione ‘mare’ altre si ispirano alle città italiane. Viaggia tutto sul web, navighi, scegli ed è fatta, avrai a casa l’essenza della donna italiana, potrai scegliere tra tanti modelli e, oltre all’orientamento sessuale, anche il portafogli avrà il suo attimo di gloria infatti i prezzi variano e i costi non sono altissimi. Si oscilla dai quaranta euro fino ad arrivare ai sessanta. Gli ‘umori’ della donna italica hanno un prezzo. In un momento storico in cui si parla di uteri in affitto come mercificazione della donna chissà se il moralista da palcoscenico non ha sotto il cuscino qualche mutandina usata di qualche donna sconosciuta.

E si perché il moralista da palcoscenico, ovvero quello che sui social media o al bar non fa altro che rimarcare il suo disappunto per la fecondazione assistita, l’eutanasia e la ‘mamma surrogata’ forse (e sottolineo forse) ama la perversione a letto e, in sua difesa, distingue il sesso con l’amore, la maternità e la prole e poi ancora il diritto con il dovere.

Ma per capire meglio le cose abbiamo intervistato una giovane scrittrice Danielle Olsen, che ha pubblicato un racconto erotico particolare. Si è intrufolata, nel vero senso della parola, nelle chat erotiche e, assumendo ogni volta identità diverse, ha avuto modo di conoscere bene il mondo virtuale, in particolar modo quello dell’eros che è lontano anni luce dalla realtà in cui viviamo. Nel suo testo ‘Le cinque vite di Chiara’ la Olsen racconta un mondo particolare dove il sesso è il motore di tutto.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore