giovedì, Dicembre 12

USA e Giappone: firmato un accordo commerciale Un primo accordo è stato trovato per ridurre le tariffe alle merci agricole americane importate dal mercato giapponese

0

USA e Giappone hanno firmato ieri, attraverso il rappresentante del Commercio Usa, Robert Lighthizer, e l’ambasciatore giapponese a Washington, Shinsuke Sugiyama, alla Casa Bianca, un accordo commerciale per ridurre le tariffe alle merci agricole americane importate dal mercato giapponese, non cambiando però le quote per le importazioni di riso. Secondo Trump, l’accordo, «creerà innumerevoli posti di lavoro, espanderà gli investimenti e il commercio, ridurrà molto sostanzialmente il nostro deficit commerciale ,promuoverà l’equità e la reciprocità, e sbloccherà vaste opportunità di crescita».

Anche se l’accordo necessita della ratifica da parte del parlamento giapponese, Il ministro degli Esteri del Giappone, Toshimitsu Motegiha affermato che c’è accordo tra le due parti sui tempi e che l’accordo commerciale preliminare sottoscritto da Stati Uniti e Giappone il mese scorso, in occasione dell’annuale Assemblea generale delle Nazioni Unite, entrerà in vigore il prossimo gennaio.

L’accordo concordato sottoscritto il mese scorso dal presidente Usa, Donald Trump, e dal premier giapponese, Shinzo Abe, ha una portata limitata: in base all’accordo, il Giappone abbasserà o ridurrà le tariffe su circa 7,2 miliardi di dollari di prodotti agricoli coltivati in America, tra cui carne di manzo e maiale, che attualmente devono far fronte a prelievi più elevati rispetto ai concorrenti di paesi tra cui l’Australia. Secondo Motegi, l’intesa raggiunta da Usa e Giappone «definisce un equilibrio tra prodotti agricoli e industriali. Siamo stati in grado di ottenere una vittoria per entrambi i paesi». Motegi ha aggiunto a questo proposito che Tokyo ha ricevuto «chiare rassicurazioni» che Washington non adotterà nuovi dazi a carico delle automobili giapponesi sulle quali già pesano le tariffe americane esistenti al 2,5 percento.

Trump si è lamentato a lungo del grande deficit commerciale dell’America con il Giappone, che è arrivato a 58 miliardi di dollari l’anno scorso. «Abbiamo raggiunto un accordo per impegni solidi per 40 miliardi di dollari sul commercio digitale», aveva detto Trump dopo un incontro bilaterale a New York con il premier giapponese Shinzo Abe. Gli Stati Uniti e il Giappone hanno raggiunto il 25 settembre un accordo commerciale parziale, che prevede impegni sul commercio digitale dal valore di 40 miliardi di dollariIl presidente Usa ha messo in evidenza anche che l’accordo apre il mercato giapponese a «circa 7 miliardi di dollari di prodotti agricoli americani», sottolineando come si tratti di una «vittoria enorme» per gli agricoltori e gli allevatori statunitensi.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore