giovedì, Dicembre 12

Usa e Corea del Sud rispondono a Pyongyang con altri missili

0

Il giorno dopo il lancio di un missile balistico intercontinentale da parte della Corea del Nord, ecco che arriva la risposta di Usa e Corea del Sud. Dalle basi militari proprio nel sud della penisola coreana sono stati lanciati alcuni missili di precisione. Una esercitazione congiunta programmata ma che è un chiaro segnale nei confronti di Pyongyang.

L’ ottavo battaglione Usa ha infatti confermato che il lancio è stato una risposta diretta al lancio nordcoreano, una prova di forza volta a dimostrare il sostegno statunitense all’alleato sudcoreano. Intanto dopo il lancio dell’ultimo missile della Corea del Nord, proprio gli Stati Uniti hanno chiesto una riunione d’emergenza del Consiglio di Sicurezza dell’Onu. La riunione a porte chiuse potrebbe tenersi già oggi, ma ancora non arrivano conferme. Il segretario di Stato Usa Rex Tillerson ha sottolineato la necessità di una «azione globale» per quella che definisce una «minaccia globale», affermando che «tutte le nazioni dovrebbero dimostrare alla Corea del Nord che ci sono conseguenze per il loro perseguire nel programma nucleare».

La Corea del Nord continua nelle sue operazioni e ha annunciato che il missile lanciato e finito in acque giapponesi era «intercontinentale». «Il lancio è riuscito», sottolinea il regime. E ora? Russia e Cina si dicono preoccupate e richiamano tutti alla calma, Usa compresi, per non scaldare ancor di più un’atmosfera che nel quadrante si è fatta molto pesante.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.