domenica, Maggio 26

Ungheria: continua il dibattito sulla politica migratoria Migrazioni e politica in Ungheria: il dibattito non si ferma

0

Ancora un passo avanti per la politica migratoria dell’Ungheria. Il parlamento ungherese ha iniziato, infatti,  a discutere le bozze di legge che criminalizzerebbero coloro che aiutano gli immigrati senza documenti. La legge andrà a colpire quello che il Governo di destra del primo ministro Viktor Orban crede sia un sistema di giro di vite sull’immigrazione. La controversa serie di misure, note collettivamente e informalmente come il disegno di legge “Stop Soros”, è stata discussa dai politici nella capitale Budapest.

Il progetto di legge, che prende il nome dal miliardario ungherese-americano George Soros, si rivolge alle ONG e alle persone che si ritiene aiutino le persone in cerca di asilo.

Fa parte di una campagna di Orban, incoraggiata da una schiacciante vittoria alle elezioni parlamentari di aprile, contro Soros, accusato dal partito al Governo, Fidesz, di incoraggiare i rifugiati a recarsi nel Paese dell’Europa centrale. Staremo a vedere.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore