domenica, Marzo 24

Trascorrere il tempo libero in vacanza Per chi ha spirito avventuriero, c 'è la possibilità di fare escursioni; chi decide invece di rilassarsi in modo totale può ascoltare della musica, vedere un film e, magari, prima di andare a dormire, fare una partita online

0

Ormai manca davvero poco all’arrivo delle meritatissime vacanze! Ancora poche settimane e comincerà, infatti, il momento di godersi il tempo libero per tantissimi lavoratori, dopo un anno di duro lavoro. Ma come trascorrere il tempo libero in vacanza? Le soluzioni di certo non mancano. C’è chi, ad esempio, approfitterà del tempo libero per leggere un buon libro. In molti, infatti, hanno la passione per la lettura, ma i ritmi frenetici della vita di tutti i giorni spesso non consentono di potersi rilassare con la lettura di un buon libro, magari consigliato da un amico fidato. Con le vacanze, invece, il tempo non manca di certo e potremo leggere in tutta tranquillità.

Per chi, invece, ha uno spirito più avventuriero la possibilità di fare escursioni non è secondaria durante le vacanze. Che sia in montagna, al mare o in collina, l’importante è armarsi di tanta buona volontà per camminare e scoprire!

Oltre alle classiche vacanze al mare, in molti stanno tendendo verso una scelta culturale, per un arricchimento culturale. Ecco perché sono in aumento le prenotazioni nelle città europee che offrono sempre scorci interessanti dal punto di vista paesaggistico, ma allo stesso tempo consentono di visitare tanti musei e mostre d’arte.

Chi decide invece di rilassarsi in modo totale può invece dedicarsi all’ascolto della musica, alla visione di un film e magari prima di andare a dormire fare una partita online giusto prima di prendere sonno. Per fortuna ci sono molti siti che consentono di trascorrere il proprio tempo libero, come al betway, giocando.  

L’estate, poi, è il momento di essere turista nella propria città. Potresti scoprire che è più bella di quanto credevi! Quante volte, guardando i turisti che visitano la tua città, hai pensato “vorrei poterlo fare anche io”. Bene, è arrivato il momento di metterti in bermuda e canotta, scarpe comode ai piedi, cappellino e occhiali da sole, guida turistica (che ormai puoi comodamente trovare anche sullo smartphone), zainetto in spalla e tanta voglia di fare la turista. Farà un po’ caldo, forse, ma pensa a tutti quei viaggiatori che spendono soldi e soldi di aereo e hotel per visitare quelle bellezze che tu hai ad un palmo da te. ApprofittaneSarà una delle tue vacanze più belle… Mai pensato di andartene al mattino presto al parco, quando ancora l’aria è fresca, puoi goderti i rumori della natura, studiare, ma allo stesso tempo rilassarti come se fossi in vacanza? Oppure che ne dici della piscina (se il mare è troppo distante). Una bella piscina con un comodo lettino o, meglio ancora, una piscina con prato sarà l’ideale per vivere una bella estate anche rimanendo a casa.

Insomma, le alternative non mancano affatto. Non bisogna far altro che armarsi di tanta buona volontà e spirito di iniziativa per impegnare al meglio il proprio tempo libero in vacanza.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore