venerdì, Agosto 14

Testimoni di Geova in Russia, appello alla Corte Europea dei diritti dell’Uomo

0

Niente da fare per i Testimoni di Geova: il collegio d’appello della Corte suprema russa ha respinto il ricorso dell’organizzazione religiosa contro la sentenza del 20 aprile scorso che bandiva le attività del gruppo sul territorio russo. Una decisione che era attesa, visto il clima che si è creato nel Paese, ma che per questo sarà ‘combattuta’.

«La Corte suprema ha violato non solo la legislazione della Russia, ma anche le norme del diritto internazionale, faremo appello a questa decisione alla Corte europea dei diritti dell’Uomo», ha detto l’avvocato difensore Viktor Zhenkov.

Lo scorso 20 aprile la Corte Suprema Russa ha riconosciuto i Testimoni di Geova come gruppo estremista e dato il via libera al sequestro dei beni del culto religioso cristiano. La sentenza conferma la mozione del ministero della Giustizia per il bando delle attività dei Testimoni di Geova in tutta la Russia. In gennaio, i Testimoni di Geova erano già stati bollati come gruppo estremista dal tribunale di Mosca, ma erano ricorsi in appello. Ora però si prova a giocare l’ultima e decisiva carta, quella europea.

(video tratto dal canale Youtube di Andrea Pascucci)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore