sabato, Dicembre 14

Tesla Motors produrrà 500 mila auto elettriche

0

Per mostrare la sua serietà e il suo interesse per il futuro, Elon Musk, l’amministratore delegato e cofondatore di Tesla Motors, annuncia la data di inizio produzione di Tesla Model 3, il cui prezzo è stimato a 35 mila dollari.
La casa automobilistica californiana sta preparando il suo primo veicolo elettrico di massa-mercato, che per Musk è il trampolino di lancio l’azienda a produrre centinaia di migliaia di automobili a prezzi accessibili ogni anno.
Già 325 mila potenziali clienti hanno pagato mille dollari per prenotare il modello, che uscirà alla fine del 2017.

Il nuovo piano della Tesla prevede di produrre 500 mila automobili elettriche ogni anno a partire dal 2018, pari a 10 volte il numero di veicoli prodotti nel 2015 e sufficiente a garantire la consegna della nuova Tesla Model 3 ai clienti che l’hanno già prenotata versando un anticipo.
L’annuncio dell’aumento del target produttivo ha spinto in avanti del 4% le azioni Tesla. Questo nuovo obiettivo permetterebbe alla casa automobilistica guidata da Elon Musk di segnare un tasso di crescita della produzione più veloce.
Per Musk, i prossimi quattro anni saranno una sfida immensa: «i nostri piani sono di far progredire la produzione, per un totale di 500 mila unità, sostanzialmente raddoppiando il piano di crescita precedente.  Stiamo rivalutando il nostro livello di spese e ci aspettiamo che saranno circa il 50% più alte rispetto alle precedenti. Naturalmente, questo avrà un impatto sulla nostra economia, ma, data la domanda per il modello 3, investire e rispondere a tale domanda è la decisione, a lungo termine, migliore per la nostra azienda».
(Video tratto dal canale Youtube: wochit business)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore