mercoledì, Dicembre 11

Tecnologia e poker sportivo: come cambierà il gioco nei prossimi anni? Dopo l’entrata in vigore definitiva del Decreto Dignità, qualcosa è cambiato e anche il mondo del poker online ci sta facendo i conti

0

Il mondo del poker online sta facendo un po’ più di fatica rispetto al solito. È innegabile che dopo l’entrata in vigore definitiva del Decreto Dignità qualcosa è cambiato e anche il mondo del poker online sta facendo i conti con un calo delle puntate e dei giocatori. Eppure, gli operatori stanno già lavorando per capire come superare questo momento difficile e offrire delle novità a tutti gli utenti per riuscire a coinvolgerli maggiormente nelle iniziative pokeristiche. È innegabile come i tornei online rappresentino un impegno di primo livello, in modo particolare per quanto riguarda la durata, ed è questa la ragione per cui si sta sviluppando una nuova versione di poker, molto più rapida e intuitiva, perché queste sono le esigenze del mercato attuali da soddisfare il prima possibile.

Si va verso la versione snap del poker online

Avendo conquistato milioni di fan in Italia e nel resto del mondo, presi dallo studio approfondito delle regole del poker, nell’attuazione delle strategie e nell’apprendimento del calcolo delle probabilità, il gioco sta per sperimentare un’era di nuova evoluzione legata agli sviluppi tecnologici. La novità tecnologica principale è legata alla nuova versione snap del poker online. In poche parole, si tratta di partite decisamente più brevi, sia di poker tradizionale che di Texas Hold’Em, che possono essere disputate in rete e che si caratterizzano per avere una durata inferiore a 5 minuti

Si tratta di una scelta innovativa e che mira anche a coinvolgere una fascia di utenti più giovane, che ha necessariamente e naturalmente bisogno di confrontarsi con uno stile di gioco decisamente più rapido e intuitivo. Infatti, se da un lato i veri fan del poker e tutti quei professionisti che prendono parte ai vari circuiti di poker live sono ancorati ancora alla vecchia versione, le nuove generazioni ricercano qualcosa di nuovo nei casinò online.

E lo snap poker potrebbe rappresenta proprio la soluzione ideale per tutti questi problemi. D’altro canto, il poker rappresenta una pietra miliare del gioco online, senza dimenticare come affondi le sue radici più in un gioco di vera e propria abilità che in una disciplina legata esclusivamente alla componente fortuna e casualità. È vero che ultimamente sono blackjack, slot machine e roulette ad avere la meglio, ma bisogna sottolineare come il poker rimane ancora molto interessante agli occhi di quella nicchia di persone che l’ha seguito fin dai suoi albori. Adesso, complice anche il Decreto Dignità e il divieto di pubblicità, è facile intuire come il pubblico più generalista sta perdendo un bel po’ di attenzione. Questa notizia, però, potrebbe avere anche dei risvolti positivi, dato che numerose indagini hanno messo in evidenza come il pubblico profilato rappresenti quello più affidabile e più richiesto tra gli addetti ai lavori. 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore