Navigazione: violenza

Willy: perché Chiara Ferragni è meglio di Roberto Saviano Il Paese è alle soglie di una seconda ondata fascista. Fedez e Ferragni battono la sinistra, riuscendo incarnare assai meglio dei leader dei partiti di governo il senso del pericolo che minaccia tutti noi, e stracciano Roberto Saviano
di

Non possiamo più tollerare che la migliore trascrizione di Satana in circolazione, vada in giro con il rosario appeso al collo. Willy è solo uno dei primi caduti, fermiamo la mano a chi vuole trasformarci in una comunità di odiatori

Berlusconi, Zangrillo, Conte e l’irresponsabilità dell’apparire C’è chi scopre il virus Covid-19, che, toh, non è morto, e anzi è ‘infernale’; C’è chi scopre il virus della violenza, ma non chi l’ha diffuso a piene mani. Sono i nuovi ingenui d’Italia
di

Si sono serviti della loro capacità di comunicazione e di influenza, per indurre la gente ad un certo comportamento. Doveroso domandarsi ‘cui prodest’. Perchè anche per una cosa così terribile come una epidemia c’è un sordido ‘gioco’ politico dietro

USA: lo strapotere della Polizia e del suo sindacato Si moltiplicano le richieste di sciogliere la Polizia americana, come soluzione estrema a un problema estremo e irrisolvibile: l’impossibilità di riformare la Polizia americana. Il motivo? Un sindacato troppo forte perché colluso con la politicamente
di

Contratti con protezioni estreme non disponibili al pubblico, il sostegno dei sindacati di Polizia alle campagne elettorali dei candidati dell’uno e dell’altro partito a tutti i livelli dell’Amministrazione

Caso Segre. Tu chiediti chi era Ernesta Quella scorta è un capitolo del romanzo nero che il ‘caporale’ scrive da alcuni anni, ma caporali e attendenti farebbero bene a tenere presente che se rinasce la mistica del fascismo rinascerà quella dell’antifascismo, e nessuno potrà sentirsi al sicuro
di

Nel Dna profondo del Paese resistono tenacemente tracce di spiriti, che ci riparano dall’ignoranza e dalla prepotenza. A loro dobbiamo la certezza che la nottata, quale che sia il prezzo, passerà

Salvini e gli altri: politica e religione all’assalto della civiltà Matteo Salvini, è affetto da una grave forma di delirio mistico. Il Caporale non è stato ancora informato che il Dio di Maria è padre di tutti gli uomini
di

La deriva odierna: un esercito falliti, arrabbiati e incompetenti che infiltrano profondamente religione e politica, ammalando le collettività, incrementandone l’odio e la violenza, mettendo, così, le basi per la loro distruzione