Navigazione: Vaticano

Chiesa Cattolica in Burundi spaccata su Nkurunziza Il Vescovo cattolico della diocesi di Gitega, Simon Ntamwana, ha lanciato un appello alla Comunità Internazionale perché riconosca i massacri etnici avvenuti nel 1972 come un genocidio degli hutu commesso dai tutsi
di

Imbarazzo in Vaticano e spaccatura all’interno della Chiesa Cattolica burundese che si oppone al regime. Il Vescovo di Gitega potrebbe essere collegato con le correnti europee filo-regime all’interno della Chiesa cattolica

Grandi Laghi: l’imprevisto congolese stravolge gli equilibri La Rinascita della Regione dei Grandi Laghi/4 Tra il 2017 e il 2018 la Chiesa cattolica prende la guida delle proteste popolari, è la fine di Kabila, entra in scena Tshisekedi ed è l’inizio di qualcosa di inaspettato
di

A grande sorpresa, Felix Tshisekedi, non rispetta i patti segreti stipulati con Kabila. Vara una radicale politica interna, estera e militare destinata a stravolgere i vecchi equilibri

Dal mondo cattolico: vade retro, Salvini La Lega scomunicata dal Vaticano. Parolin: «Dio è di tutti. Invocare Dio per se stessi è sempre molto pericoloso»; ‘Avvenire’: «ecco il sovranismo feticista», Salvini è «alfiere di un cattolicesimo tutto suo, distante dal magistero del Papa e della Chiesa»
di

La partita è tutta interna tra Lega e M5S, in Europa l’Italia rischia di non contare più nulla; in subordine i destini di PD (con rischio di guerra interna fratricida se non tiene il 20%), e Forza Italia (con Berlusconi che si gioca un po’ tutto quello che gli resta)

Congo, in attesa del voto, forse, se non si va al 2020 «Il popolo congolese non tollererà un nuovo rinvio delle elezioni», avvertono la Conferenza episcopale e la Chiesa protestante in una nota congiunta. In forse la legittimità del voto causa la sospensione delle elezioni in città che insieme rappresentano il 3% dell’elettorato
di

Il rinvio dell’ultimo minuto che potrebbe nascondere la volontà del rais di cancellare le elezioni dopo aver constatato che solo un pugno di fedelissimi voterà per il suo delfino Emmanuel Ramazani Shadary, Joseph Kabila, elezioni in Congo