Navigazione: terrore

Nord e Sud America: 50 anni di terrorismo
di

Ma ciò che ancora costituisce il principale problema statunitense, è ancora il razzismo e la violenza che ne deriva. E’ proprio questa l’origine di più del 59% dei crimini d’odio. Ma il report evidenzia anche altro. Nessuno dei cittadini delle Nazioni identificate e ‘bannate’ da Donald Trump è stato coinvolto in alcun attentato terroristico in suolo americano dal 1975 al 2015. Il 98.6% di tutte le vittime (2.983) sono state uccise nell’attacco dell’11 settembre. Ad oggi, le probabilità di venire ucciso in un attacco terroristico in territorio americano è pari a una su 3.6 milioni ogni anno. Mentre, la probabilità di essere assassinato da un terrorista straniero è 1 su 3.6 bilioni.

Lotta alla radicalizzazione: molto da fare in Italia
di

In Italia in tutti questi anni abbiamo privilegiato i vari strumenti repressivi direi soddisfacenti, nel senso che siamo l’unico grande Paese europeo che non ha avuto un attacco jihadista dopo l’11 Settembre. Però, dall’altra parte, siamo uno dei pochissimi Paesi in Europa che non ha ancora progettato e tantomeno portato a compimento dei programmi di deradicalizzazione. a nostra percezione generale del fenomeno è diversa dalla realtà e sovrastima sia la minaccia in generale che il peso che i migranti possono avere.