Navigazione: Sudafrica

Sudafrica: giustizia (parziale) per Marikana mentre il marxismo avanza Il 16 agosto 2012 lo sciopero ad oltranza dei minatori contro l'azienda britannica Lonmin viene brutalmente interrotto dall'intervento della polizia che apre il fuoco sui manifestanti. Il bilancio è atroce: 34 morti e 78 feriti gravi
di

Nessun ufficiale tra quelli che impartirono l’ordine del massacro è stato interpellato. Neppure la Lonmin, prima beneficiaria dell”eccidio. Anche i mandanti politici sono al sicuro trattandosi del ex presidente Zuma e del presidente Ramaphosa.

Cyril Ramaphosa, un miliardario a capo del Sudafrica Dopo le dimissioni di Zuma, tocca ora a Ramaphosa guidare il Paese. È il quinto Presidente del Sudafrica dalla fine dell’apartheid
di

Rimarrà in carica fino alle elezioni in programma per l’anno prossimo. Nel suo discorso di accettazione della carica, il neopresidente ha detto in Parlamento a Città del Capo che la lotta alla corruzione e alla cattiva gestione di aziende pubbliche sarà una priorità della propria amministrazione.

Zuma esce di scena. Ramaphosa è il nuovo Presidente: e adesso? Jacob Zuma si è dimesso. Il cambio di rotta dell'ANC e le speranze del Sudafrica
di

E’ con Ramaphosa che l’ANC vuole donare speranza al Sudafrica. E così, dopo settimane di disaccordi e pressioni, il capogruppo del partito, Jackson Mthembu, ha annunciato la promozione di una mozione parlamentare di sfiducia per far salire alla presidenza il nuovo leader in tempi quanto più ristretti. Ecco Zuma dinanzi al bivio: dare le dimissioni o presentarsi dinanzi al parlamento. Questa la fine di una presidenza chiacchieratissima, lunga 9 anni.