Navigazione: stellini

Tridico e Becciu, onestà grillina e potere curiale Altro che o-ne-stà o-ne-stà o-ne-stà, tra l’INPS e gli stellini si parla di potere, potere, potere. E di potere parla pure la vicenda del cardinale Giovanni Angelo Becciu, potere che si scontra direttamente con Cristo
di

Caro Ratzinger e caro Becciu: questo Papa è o no il Vicario di Cristo? Se pensate che non lo sia, dovete avere l’onestà intellettuale, ma specialmente umana, di dirlo … e magari spiegarlo teologicamente

Legge elettorale: apparente e silurata (come PD e sardine) La legge elettorale è ‘incardinata’, cioè è silurata, come del resto le ‘alleanze politiche’, che poi sono solo accordi di potere, che gli ‘accorti’ stellini non vogliono fare per poter giocare su più tavoli. PD gabbato, Sardine scomparse
di

Alle sardine, prive della piazza, mancano gli argomenti, e anche a loro non resta che l’apparenza, ma non sono pronti e quindi sono scomparsi. E sul proscenio restano i soliti protagonisti dell’apparenza

Referendum: siamo alla guerra per bande ‘Il Fatto Quotidiano’ irride i sostenitori del NO e definisce ‘Repubblica’ «house organ dei comitati contro la riforma». Sul referendum si gioca una partita dura e importante, oscura come poche. Non sono i singoli fatti a colpire, è il loro insieme che assomiglia pericolosamente ad un ‘progetto’
di

Non parlo di rischi di colpi di Stato, anche perché se sono questi i personaggi che dovrebbero farlo, possiamo al massimo farne una vaudeville … ma certo dietro di loro, spesso, ci sono strane cose, e un Parlamento silente potrebbe essere lo strumento

Referendum: Zingaretti ci è o ci fa? Zingaretti scrive a ‘Repubblica’ e dice che c’è chi lavora contro il PD. Può darsi, ma non è questo il punto, il punto è che cosa sta proponendo il PD per fare riprendere l’Italia? E: anche a riforma elettorale fatta, cosa cambia? Nulla
di

Il PD riunisce la Direzione per decidere cosa fare nel referendum. Non resta che sperare che qualcuno si svegli: non ci conterei, ma sperare è l’unica cosa che ci resta. Poi, più di votare ‘NO’ non si potrà, sperando che non sia solo una testimonianza