Navigazione: stampa

Turchia: là dove il pluralismo informativo non è di casa 178 testate, 16 canali televisivi, 24 stazioni radio, 63 quotidiani, 20 riviste e 30 case editrici: questo è il sistema informativo turco all’epoca di Erdogan. Ne parliamo con Alberto Negri, inviato speciale de ‘Il Sole 24 Ore’
di

C’è stato poi addirittura un caso, decisamente anomalo, di auto-censura: nel febbraio dello scorso anno un settimanale satirico, ‘Girgir’, ha deciso di chiudere i battenti per volere dei suoi stessi editori, a seguito di una vignetta definita dal portavoce di Erdogan, Ibrahim Kalin, «un fatto immorale che nulla a che fare con la libertà di stampa».

La diplomazia nella complessità del mondo liquido Parliamo di diplomazia con Giampiero Massolo, Presidente del Comitato Scientifico del Festival, nonché, già Segretario generale del Ministero degli Affari Esteri
di

Non esiste più lo spazio, non esiste più il tempo e tutto si verifica contemporaneamente in ogni luogo. In tutti questi c’è bisogno di qualcuno che veda la complessità dei fenomeni e che riesca anche a farne la sintesi, che riesca a mettere in comunicazione e a fare da tramite, ad unire i puntini.

Trump, istruzioni per l’uso In un gioco ottuso fatto di ‘muro contro muro’ potrebbe spuntarla di nuovo lui
di

Trump parla alla sua metà (minoritaria, ma vincente) della Nazione. E lo fa sbattendo la porta in faccia agli immigrati, sabotando l’Obamacare, promettendo miracoli sul fronte delle tasse (occhio perché potrebbe addirittura riuscirci), alzando puntualmente i toni con Corea del Nord e Iran, facendo leva su un nazionalismo che lui o chi per lui hanno trasformato nello slogan (geniale) ‘America First’.

Dinanzi agli italiani
di

Lo dice e lo ripete Renzi rispondendo alla domanda (che perlopiù si rivolge da solo, visto che la stampa in questo Paese domande non ne pone…