Navigazione: senato

Conte e gli altri ipocriti: ai limiti del colpo di Stato bananiero Il ‘premier’, solo ai banchi di Governo, in un Senato abbandonato dal principale partito di Governo, di fronte ad un tema in cui è in gioco la ‘fedeltà’ a linee politiche estere non ha nulla di più del nulla da dire
di

Gli altri, Salvini e Di Maio, non vanno in Senato, no, loro fanno monologhi via Facebook. E certamente non faranno cadere -loro, i loro parlamentari potrebbero- il Governo, che viene prima di tutto e malgrado tutto, se no dopo loro che fanno?

Salvini: il Senato non potrà salvarlo da Corte Europea sui diritti dell’uomo e Corte penale internazionale La valutazione della politicità di un certo atto del Ministro, è, sì, insindacabile, ma ciò non pertanto tocca e danneggia interessi e diritti anche individuali
di

Il ‘no’ insindacabile del Senato equivarrebbe alla volontà di non perseguire il presunto responsabile del reato e quindi determinare la competenza della Corte penale internazionale

Salvini rinviato a giudizio? Tranquilli, non succederà nulla di nulla Il Senato non darà l’autorizzazione e sarà una forzatura della volontà politica sul diritto e sulla Costituzione, sottrazione di una persona alla valutazione del suo comportamento da parte del Tribunale
di

Si è arrivati a confondere l’azione politica legittima con gli strumenti del diritto, si sostiene che per perseguire uno scopo politico si possono comprimere i diritti delle persone! Siamo completamente fuori dalla Costituzione

Midterm: sfida impossible per i democratici al Senato I repubblicani sono molto fiduciosi per quanto riguarda il Senato, ma ecco le sfide sul filo di lana: Arizona, Indiana, Nevada, Missuri, Florida, Montana, Texas, Tennessee, West Virginia, North Dakota
di

I seggi in Senato da rinnovare sono 35, 24 occupati da democratici, 2 indipendenti, 9 da repubblicani. Il Gop ha molti meno seggi da difendere, i democratici oltre che difendersi dovrebbero strappare almeno 3 poltrone ai rossi

Altro che larghe intese. Il Rosatellum aiuta la governabilità Tutti parlano di ingovernabilità, ma il Rosatellum tende a dare una maggioranza al Paese. Ne abbiamo parlato con Lorenzo Pregliasco di Youtrend.
di

In particolare il Rosatellum, legge elettorale con la quale si voterà il prossimo 4 marzo, è un sistema di tipo misto.  Se prendiamo ad esempio la Camera dei Deputati, dei 617 membri che vengono eletti sul suolo nazionale (12 nella circoscrizione estero), 386 vengono attribuiti con sistema proporzionale su base nazionale, mentre i restanti 232 sono assegnati con un sistema maggioritario in collegi uninominali.