Navigazione: Raffaele Cantone

Da Borrelli e la Costituzione, alla giustizia ai tempi di Cantone e Bonafede Raffaele Cantone lascia l’ANAC non con la discrezione e la compostezza di Borrelli, ma con una verbosa, allusiva e criptica dichiarazione di un «cambiamento di approccio culturale». Torna fare il Magistrato, con queste premesse, e la Costituzione?
di

La proposta di riforma della Giustizia del Ministro Alfonso Bonafede con elezione seguita da sorteggio dei membri CSM e indicazione delle priorità dell’azione penale, sarebbe come stracciare in piazza la Costituzione

Cantone, faccia il suo mestiere … oppure si dimetta, ma per davvero Che vuol dire ‘non sono uomo per tutte le stagioni’? Lei, dottor Cantone, ha una sola ‘stagione’, una e una sola: lo Stato; e lo Stato non ha ‘stagioni’!
di

L’idea che uno che fa il Suo lavoro possa farlo diversamente a seconda delle ‘stagioni’ politiche turba, e dovrebbe turbare Mattarella, perché sorge la domanda a quale ‘stagione’ Lei sia appartenuto, a quale gli sia stato eventualmente chiesto di appartenere, e a quale dovrà appartenere chi dovrà sostituirlo

Cantone, Gratteri: imparate a tacere Ne va della credibilità del sistema: un pubblico funzionario, in servizio effettivo, non deve parlare in nessun caso di cose diverse da quelle per le quali è ‘ufficialmente’ abilitato a farlo
di

Il tema è quello delle garanzie e del rispetto dei poteri dello Stato. Nell’esercizio delle proprie funzioni, ognuno deve fare il proprio mestiere, senza che si corra il rischio che una frase possa essere interpretata come una minaccia o un pregiudizio