Navigazione: propaganda

Salvini Di Maio: insulti, volgarità, propaganda si, fine del Governo no Il 27 Maggio si faranno i conti e a quel punto inizierà la vera partita, quando Salvini e Di Maio dovranno vedersela con i loro ‘scontenti’, scopriranno la bellezza della vita di coppia, troveranno accordo su tutto
di

E i due riusciranno nel loro vero disegno: arrivare all’elezione del Capo dello Stato e da lì partire verso lo scontro finale, perchè le diarchie finiscono invariabilmente con la fine di uno dei due

Fake news e prescrizione Made M5S Che un partito politico, sia pure diretto da un comico e da una società privata di pubblicità, giunga a questo punto di falsificazione della verità è più che scandaloso. E la prescrizione andrebbe affrontata se se ne è capaci, pensando al problema, non alla propaganda
di

E’ proprio sicuro avvocato Bonafede che i cittadini vogliano l’abolizione della prescrizione? E parliamo della luce sinistra sulla recente ‘assegnazione’ della direzione dei telegiornali RAI

L’ombra della Russia sulla politica italiana, perché si, perché no? Le ragioni a favore e contro l'interferenza russa in Italia secondo Sergio Germani, Istituto Gino Germani, e Serena Giusti, Ispi
di

Le recenti accuse dell’interferenza russa in Italia in occasione del referendum costituzionale dello scorso anno, lanciate dall’ex Vicepresidente degli Stati Uniti Joseph Biden, riaprono il dibattito sull’influenza di Mosca sull’opinione pubblica e sui partiti politici dell’Occidente.

Libia, serve una tavola rotonda
di

“Saif al Islam e Gaddaf Addam? Non possono fare nulla. Il Paese ha bisogno di una riconciliazione sociale e non una soluzione politica. L’Italia ha perso la propria immagine e credibilità”

Stato Islamico: ecco come ti convinco e ti anniento
di

Cinque gli obiettivi della loro propaganda: l’imposizione del loro come di uno Stato, la visione del Califfato come l’unico autorizzato a delegittimare gli altri jihadisti, il reclutamento di militanti, l’intento di provocare i Paesi occidentali e l’eliminazione della distinzione tra individualisti ed affiliati veri e propri.