Navigazione: Primavera araba

In Egitto non è ‘primavera’, per ora Migliaia di persone in tutto il Paese in strada, per la prima volta in proteste esplicitamente e unicamente anti-regime, che riutilizzano gli slogan del 2011. Chi c’è dietro? E di che si tratta? Ne parliamo con Riccardo Fabiani direttore del gruppo di lavoro Nord Africa di Crisis Group
di

“Dal tipo di messaggio, in dialetto egiziano, che siano stati principalmente i ceti medio-bassi ad aver partecipato a queste proteste. I Fratelli Musulmani sembrano avere avuto un ruolo decisamente marginale, se non inesistente”, “possibile che le Forze Armate abbiano avuto un ruolo”

Dove e perché conviene investire (ancora) in Africa La crescita in Africa c’è ancora: il quadro della classifica annuale della banca d'affari Rand Merchant Bank
di

Secondo  la classifica annuale ‘Where to Invest in Africa’, lo sviluppo c’è ancora ed è anche forte. Lo studio si occupa di analizzare dove si può investire positivamente a seconda della situazione economica di un dato Paese. I tassi di crescita sono diminuiti gradualmente e le aziende hanno iniziato a cedere dinanzi alla pressione dei prezzi delle risorse, ai disagi in merito alla sicurezza, alle leggerezze fiscali e ai problemi climatici, come quello della siccità che pare non svanire. Ma il futuro è limpido.