Navigazione: PCC

La Cina e quei ‘fastidiosi’ giovani marxisti Il paradosso del Partito Comunista che ostacola gli studenti marxisti, ne parliamo con l’analista della NATO Sergio Miracola
di

“Sono stati i precetti del marxismo e del maoismo a spingere gli studenti a supportare la causa dei lavoratori”, “in Cina non è facile creare gruppi o associazioni di stampo politico-sociale-culturale, in quanto potrebbero minare l’autorità e il controllo capillare che il partito ha sulla società”

Germania – Cina: le imprese tedesche minacciano di lasciare la Repubblica Popolare Al centro dei contrasti, l' eccessiva interferenza del Partito Centrale
di

Lo scorso 24 novembre, le “Delegazioni dell’industria e del commercio tedesco in Cina” (AHK China) hanno emesso una dichiarazione forte che minacciava di ritirarsi dal mercato cinese qualora il Partito comunista cinese (PCC) perpetuasse il suo tentativo di interferire con le attività interne delle compagnie straniere.

Xí Jìnpíng e il nuovo Impero Cinese Il crescente potere del Presidente Xí e le prospettive cinesi
di

L’aspetto che balza maggiormente agli occhi, è stato l’inserimento, nel corso del Congresso, del cosiddetto ‘Pensiero di Xí Jìnpíng del Socialismo Cinesi nella Nuova Era’ nello Statuto del PCC; il riferimento esplicito al nome di Xí, dunque, lo mette a fianco dei due principali personaggi politici della storia della Repubblica Popolare Cinese: Máo e Dèng

Cina e Corea del Nord: un’alleanza scomoda Con Pieranni (China-Files) e Milani (Limes) parliamo della vera natura del rapporto tra Pechino e Pyongyang
di

Milani: “molti attori, tra cui Pechino, si trovano con le mani legate ed in tale stallo politico e diplomatico il regime nord-coreano può proseguire nella propria strategia, raggiungendo obiettivi militari di grande valore e rafforzando la propria posizione in vista di un negoziato futuro”
Pieranni: “la Cina credo abbia anche pensato a un potenziale regime change, ma forse in questo momento non ha i canali giusti e quindi gioco forza deve presentarsi come mediatore, alla ricerca di un tavolo di negoziato”