Navigazione: Paolo Gentiloni

‘Whatever it takes’? Europa sia! ora o, davvero, mai più Si deve decidere se vogliamo che l’Europa sia una risorsa per tutti o solo un ammasso di burocrati ben pagati, solo tesi a difendere gli interessi di chi ha di più e oggi non vuole rischiare di perdere ciò che ha acquisito, e si domanda se può accaparrarsi un po’ di ciò che abbiamo noi
di

Il gioco è tutto e solo politico -dei politici nelle trattative, dei tecnici nelle soluzioni, dei ‘visionari’ nelle idee, di tutti noi cittadini nel comportamento concreto- perché l’Europa diventi ciò che era quando fu inventata, una entità federale da costruire insieme

Gentiloni, bilancio, migranti: Order, order! please La polemica sui poteri di Gentiloni, le illusioni sul bilancio, la revisione di Dublino: fare parte dell’UE implica essere parte di un sistema ampio e complesso, vogliamo fare lo sforzo di comportarci da persone serie e consapevoli delle regole?
di

Ora sarebbe semplicemente logico che l’Italia dimostrasse a sé stessa e all’Europa di essere un Paese civile, che conosce e rispetta il sistema UE e le sue regole, non dissimili da quelle di un qualunque Stato

La ‘scuola politica’ di Matteo Renzi e il nostro futuro Venerdì 23 agosto: primo giorno di speranza, dopo 17 mesi di incubo, giorno dell’apice della ‘pedagogia politica’ di Matteo Renzi, figlia di una volontà di potenza fuori scala
di

Matteo Renzi e quel fenomeno fastidioso noto come ‘renzismo’, sono nient’altro che ripetizioni di fenomeni già visti, risposte sbagliate a input letti male da occhi servili e/o da ipertrofica presunzione del capo

Esclusiva. Juan Branco: Italia primo attore dei crimini contro i migranti Intervista esclusiva a Juan Branco, l’avvocato e giornalista franco-spagnolo che, insieme al giurista israeliano Omer Shatz, ha presentato l’accusa all’UE e all’Italia alla Corte Penale Internazionale
di

“L’obiettivo dell’indagine è scoprire quali sono le reali responsabilità degli attori coinvolti”, “abbiamo impiegato due anni, è un lavoro immenso”, “sicuramente ci saranno delle pressioni” perché tutto venga insabbiato

Zingaretti: l’‘usato sicuro’ vuole cambiare tutto, ‘Renzi, bye bye’ Il nuovo Segretario PD può riuscire nella ‘mission impossible’ di recuperare ossigeno a un Partito Democratico su cui, fino a qualche mese fa, nessuno avrebbe scommesso
di

Feroce critica e dissociazione di quello che fino a ieri era la realtà del PD, un partito dove si era “perso di vista la quotidianità della vita» Per ora, tutti o quasi in soccorso al vincitore almeno fino alle europee

1 2 3 6