Navigazione: Nicola Zingaretti

Ilva commissariata? Commissariamo loro intanto Da questo disastro si deve uscire subito, a muso duro e con chiarezza. La politica italiana ha bisogno di uno schock vero, deve essere ‘commissariata’. È venuto il momento, per il PD, di proporre veramente una alternativa, responsabile e chiara
di

Via i buffoni al Governo, la pochette se ne torna nell’armadio, Giggino pure, il comico riprende a fare il comico da avanspettacolo. In campo uomini veri, di qualità, non tirapiedi di partito, ma persone serie, competenti, attente e libere

ILVA nelle mani di politicanti di accatto Questa gente non sa che fare. Non ha un’idea di futuro, non ha un progetto, una prospettiva. Ma parla, parla, parla, sbraita dicendo tutto e il contrario di tutto. Attori da avanspettacolo, privi di copione
di

Giocano cinicamente, ipocritamente, sulla vita di ventimila famiglie di operai e di centomila famiglie di abitanti di Taranto, per giocarsi l’elezione, strizzando l’occhio a chi è contro l’ILVA ma anche a chi è a favore, barcamenarsi è la loro professione

Che differenza c’è tra Minniti, Salvini e Di Maio? Dalla lettera di Zingaretti al ‘Corriere’, alla Commissione Segre, fino al Memorandum Italia-Libia: ennesime prove della assurda e sconcia ipocrisia di questo Paese, o almeno di coloro che lo rappresentano in Parlamento
di

Vogliamo uscire dalla porta di casa, o almeno affacciarci alla finestra, e guardare dov’è il mondo, e magari cercare di viverci e operarci dentro, piuttosto che approfittare di qualche buchino comodo per sistemarci e sopravvivere?

Tutta la responsabilità sulle spalle del PD Occorre dare all’Italia una idea di futuro, che sia realmente alternativa all’idea di passato e di oscurantismo che ne danno Salvini e Meloni, con gli stellini da ridere per non piangere e Renzi destrutturatore, resta solo il PD
di

Per la sinistra è venuto il tempo di mettere le carte in tavola. Non è più tempo di mediazioni e di pazienza, ha ragione Zingaretti quando dice che non si può governare da avversari. Ora serve mostrare i denti, e si tratta di decidere a giorni

Dopo l’Umbria, Zingaretti o si dimette o punta i piedi con M5S Ora ha lui la possibilità di ‘ricattare’ gli altri, perché in caso di elezioni a breve Renzi è finito, e Giggino quasi, Zingaretti no. Ma il tempo è poco e occorre un progetto, e occorre che parli con Grillo, l’unico che può fare intendere ragione agli stellini
di

Zingaretti deve partire dalla lotta all’evasione, l’uso della moneta elettronica e riduzione del contante, da lì passa la credibilità del Governo nei confronti della gente, che avrebbe sicuramente preferito uno schock, se si fosse mostrato che il Governo fa quello che dice

Brexit docet: la bestia è tra noi La folla indistinta aizzata da beceri politicanti è la bestia che rischia di azzannarci tutti. La separazione continua, tra il popolo vero, cioè la gente, e chi governa è sempre più ampia. Da ciò derivano ovunque rivolte popolari e populismi. Si, il popolo senza mediazioni è una brutta bestia
di

I politicanti non riescono più a gestire la situazione e ricorrono al ‘popolo’, alla folla indistinta. In Italia assistiamo esattamente a questo. Il nuovo ‘ghe pensi mi’ convoca piazze sterminate per dire alla gente di rovesciare il Governo, di urlare, di protestare, di odiare

1 2 3 5