Navigazione: morti

Coronavirus: in Italia, numeri, non statistiche La denuncia è di Monica Pratesi, Presidente della Società Italiana di Statistica, che ci spiega cosa è successo in Italia, dove Governo e Regioni hanno fatto a meno degli statistici. “I conteggi giornalieri di casi e decessi sono cifre che non sono sufficienti per una valutazione statistica seria del fenomeno”
di

E’ mancato un coordinamento centrale delle iniziative in cui gli statistici avessero più voce, specialmente gli statistici ufficiali, l’Istat: lo abbiamo fatto nelle comunità scientifiche perché solo la collaborazione permette di allocare efficientemente mezzi e persone”

Coronavirus nel Regno Unito: immunità di gregge con preordinata selezione demografica Il rapporto riservato del Public Health England e il piano di Johnson di lasciare libero di agire il virus farà strage dei deboli, anziani in primis: lo dicono i numeri e lo ammette il rapporto segreto
di

Forse, e non è detto, il Regno Unito otterrà l’immunità di gregge, ma certamente si sarà alleggerito della popolazione più debole, ovvero gli anziani. Selezione naturale nella patria di Darwin

Nelle fabbriche in Indonesia: lavoro minorile e standard di sicurezza inesistenti Decine di vittime dal rogo di una fabbrica: si chiedono le dimissioni degli esponenti politici ritenuti responsabili
di

I leader dei sindacati in Indonesia chiedono a gran voce le dimissioni di un Ministro del Governo dopo che un’altra fabbrica è andata a fuoco nei pressi di Jakarta sabato scorso; dal rogo 48 persone sono rimaste uccise, tra queste anche dei bambini. Le vittime rinvenute si trovavano tutte insieme in una struttura piccola e scomoda, di dimensioni decisamente insufficienti allo scopo. 

Colombia: la fragile tregua tra FARC e Governo Il disarmo è avvenuto ma c’è forse un progetto per deviare il processo di pace?
di

Una pace duratura in Colombia è un qualcosa che richiederà degli sforzi innegabilmente enormi. Credere che questi primi segnali positivi abbiano spianato il percorso e reso il processo facile, vuol dire fraintendere, in realtà, la situazione. Sarebbero non meno di 24 i membri legati alle FARC rimasti uccisi da Maggio. Le preoccupazioni fanno riemergere ricordi passati.

Venezuela e sanzioni sul petrolio: perché sì e perché no
di

Le cause delle sanzioni al petrolio: inadempienza dei debiti venezuelani, collasso degli investimenti interni e nella produzione di petrolio, agitazioni dei cittadini, flussi di rifugiati lungo i confini del Paese ed un taglio del supporto finanziario del Venezuela verso Cuba e Haiti che, a sua volta, potrebbe far aumentare i flussi migratori verso gli Stati Uniti”.

Probabile aumento dei prezzi dei carburanti, perdite di posti di lavoro nel settore e un freno per le maggiori raffinerie. Queste le altre conseguenze probabili da considerare. Inoltre, una diminuzione nelle esportazioni, potrebbe far crescere i prezzi del petrolio mondiali e rafforzare la posizione di Russia e Iran.