Navigazione: missili

Siria: la Russia può davvero contrastare i missili Usa? Al Pentagono si attende ormai solo l'ordine di Donald Trump, che intanto ha avvertito Mosca con una sorta di dichiarazione di guerra via Twitter
di

E che l’attacco con i missili da parte degli Usa sia vicino lo attesta anche Eurocontrol, l’organizzazione europea per la sicurezza dei voli, che ha diramato un comunicato di allerta alle linee aeree invitando a volare con prudenza nelle rotte del Mediterraneo orientale

Stati Uniti: la dottrina nucleare di Donald Trump Il Pentagono ha annunciato la nuova strategia americana. Ma in cosa consiste?
di

«Mantenere un efficace deterrente nucleare è molto meno costoso che combattere una guerra che non siamo riusciti a scoraggiare » sostiene il Segretario alla Difesa James Mattis, riponendo l’ accento sulla necessità di un arsenale nucleare quale inesauribile fonte di deterrenza, oltre che di assicurazione per gli alleati e valido strumento contro la proliferazione.

Corea del Nord: in corso i preparativi per una nuova parata militare Sarebbe prevista per l' 8 febbraio, la vigilia dell’ inizio delle Olimpiadi invernali di Pyeongchang in Corea del Sud, per commemorare il LXX anniversario di fondazione delle sue forze armate
di

Già dalle immagini satellitari, scattate tra dicembre e gennaio, erano stati evidenziati grandi dispiegamenti di uomini, più di 10mila, e mezzi, più di 200, quasi come se fossero in corso delle prove nel campo di addestramento adiacente all’aeroporto di Mirim, il Mirim Parade Training Facility, ad est di Pyongyang.

Corea del Nord: Kim lancia un nuovo missile diretto sul Giappone Poche ore prima la minaccia -’affonderemo il Giappone’-, quasi un ‘avviso a garanzia’, poi il lancio di un missile balistico caduto nei pressi dell’isola giapponese di Okkaido
di

Il Giappone, ha detto il Primo Ministro di Tokyo, Shinzo Abe, non tollererà oltre queste azioni, “se la Corea del Nord continuerà su questa strada non avrà un brillante futuro. Dobbiamo farlo capire alla Corea del Nord”

La crisi tra USA e Nord Corea: rischio doppia sconfitta per Washington La situazione critica è il volto più evidente di una transizione egemonica in corso. L’analisi di Benjamin Habib, docente presso l’Università di La Trobe
di

Non esistono più modi per l’Amministrazione Trump per dimostrare la forza statunitense e risolvere così ciò che sta di fatto limitando il suo prestigio e la sua egemonia agli occhi del globo. Qualunque sia l’opzione scelta da Donald Trump, è certo che evidenzierà i limiti crescenti propri ormai del potere regionale americano