Navigazione: migrazione

Migrazione africana: dalle tensioni alle soluzioni Le migrazioni viste dall’Africa attraverso le riflessioni di Gumisai Mutume, noto giornalista di ‘Africa Renewal’, in un intervento di 13 anni fa che oggi suona profetico
di

Promuovere o limitare la mobilità delle persone che cercano di migrare? La semplice chiusura della porta potrebbe avere implicazioni profondamente preoccupanti per i diritti umani delle persone coinvolte, e rinunciare ai benefici che la migrazione offre, sia ai Paesi riceventi che a quelli mittenti

Giovani: pratici, realisti, fiduciosi … che guardano verso la Germania Svetlana Varlamova e Elena Kayshauri dell’Accademia delle Scienze di Russia, ci racconta l’idea di futuro dei giovani di Italia, Germania, Polonia, Russia: i giovani guardano con fiducia al domani e vogliano essere vincitori nella battaglia della vita
di

I giovani esprimono chiare esigenze, “riguardo al progetto europeo, spetterà ai principali attori di tale progetto trovare delle risposte adeguate”. Germania attrattiva, ma i giovani tedeschi non vedono grandi progressi in futuro per la Germania, diversamente dai giovani italiani, polacchi e russi, i quali ritengono che i loro Paesi avranno un grande progresso

Giappone: come faremmo senza migranti? In Giappone, le frontiere dell’immigrazione sono cambiate. Ecco cosa ci si aspetta dai prossimi anni
di

La società giapponese è quella che invecchia più rapidamente al mondo: le persone dai 65 anni in su rappresentano più di un quarto della popolazione e la quota si prevede che aumenterà ancora. Per far fronte all’aumento delle carenze di manodopera che questo invecchiamento comporta, il Governo si è rivolto all’immigrazione, anche se in numero molto ridotto e in gran parte senza alcun dibattito pubblico.

Salvini in Libia: la politica estera italiana incapace di suggerire qualcosa Libia: la rivalità tra Italia e Francia è più evidente. L'intervsta a Francesco Strazzari, professore alla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa
di

Il fermare sulla linea del deserto vuol dire proiettare il confine europeo ed alterare completamente le dinamiche della regione. Ci sono tante altre partite che vanno in questa direzione e non possono essere risolte dal buco della serratura della questione migratoria. L’intervista a Francesco Strazzari

Contro il terrorismo e la radicalizzazione: prevenzione, tecnologia e collaborazione Festival della Diplomazia: gli strumenti per affrontare l’emergenza secondo Giovanni Soccodato di Leonardo
di

«Il fenomeno dei simpatizzanti rende inefficace lo strumento repressivo se non c’è anche uno strumento preventivo». Creare una nuova logica che consenta di avere una visione a 360 gradi del problema. Una logica di intervento diversa che sia condivisa da tutti i Paesi e che prevenga e non solo reprima il fenomeno terroristico; che si imponga di coglierne le sfumature e si preoccupi di debellarne le cause profonde e non solo quelle superficiali. Una logica che sia capace di pensare ai giusti strumenti a breve, ma anche a lungo termine.

Ong e Ue: serve un codice di condotta?
di

‘Ad oggi, non si capisce ancora quale portata normativa avrò questo codice che si vuole imporre alle ong. E’ totalmente inutile e dannoso, perché accredita nell’opinione pubblica l’impressione che le ong facciano qualcosa di scorretto. Parlare di aree grigie di chi aiuta in mare significa sollevare fumo’