Navigazione: marco minniti

Che differenza c’è tra Minniti, Salvini e Di Maio? Dalla lettera di Zingaretti al ‘Corriere’, alla Commissione Segre, fino al Memorandum Italia-Libia: ennesime prove della assurda e sconcia ipocrisia di questo Paese, o almeno di coloro che lo rappresentano in Parlamento
di

Vogliamo uscire dalla porta di casa, o almeno affacciarci alla finestra, e guardare dov’è il mondo, e magari cercare di viverci e operarci dentro, piuttosto che approfittare di qualche buchino comodo per sistemarci e sopravvivere?

Oggi siamo tutti Sea-Watch, guardando Salvini e i mostri che cancelleranno la civiltà La Sea-Watch è stata così coraggiosa da forzare il blocco, noi quando ci desteremo da questo colpevole assopimento saremo costretti a provare schifo di noi
di

Bisogna pestarci in naso per capire, per questo spero di vedere i figli di Matteo Salvini su quella nave, insieme ai figli di tutti coloro che lo votano. Con che coraggio quei milioni di cattolici che vota la Lega possano solo pensare di avere ascolto dal proprio Dio

Migranti, Italia denunciata all’Aja, ora tocca ai giudici italiani muoversi La Corte prima di agire attende che lo Stato del funzionario o politico incriminato, agisca contro quella persona, applicando le leggi nei tribunali nazionali, qualora non lo faccia, la Corte Penale internazionale può agire direttamente
di

Tutto quanto denunciato sarebbe avvenuto nell’esecuzione di un unico disegno criminoso tra funzionari e politici europei. Un senso di profonda, incontenibile, violenta, dolorosa vergogna ci deve assalire

Esclusiva. Juan Branco: Italia primo attore dei crimini contro i migranti Intervista esclusiva a Juan Branco, l’avvocato e giornalista franco-spagnolo che, insieme al giurista israeliano Omer Shatz, ha presentato l’accusa all’UE e all’Italia alla Corte Penale Internazionale
di

“L’obiettivo dell’indagine è scoprire quali sono le reali responsabilità degli attori coinvolti”, “abbiamo impiegato due anni, è un lavoro immenso”, “sicuramente ci saranno delle pressioni” perché tutto venga insabbiato

Lega, M5S, PD: la democrazia in ostaggio I piani di Salvini: prima le europee poi Palazzo Chigi; M5S mostrano i loro limiti, il loro dilettantismo; PD dilaniato e impaurito, all’angolo, non ha la minima idea di Paese e di Europa
di

Si guardi alla Francia per capire il rischio che corre l’Italia: il baratro che si apre quando spariscono partiti politici e corpi intermedi che svolgono una essenziale funzione di ‘mediazione’ tra centri decisionali, istituzioni, popolo e società

Sto con Katia: dirigenti di quel ‘coso’ chiamato PD, andatevene tutti! Dirigenti di che? dirigenti perché? chi li ha messi lì? perché sono ancora lì? Nuntereggaepiù. Loro sono lì, perché sono loro e perché sono lì, punto. Katia, chi sei tu? Tu stai lì a fare numero, sei la ‘base’, o quel che ne resta
di

Io lo avevo detto, in tempi non sospetti, ‘Cari leader tutti del PD, via, via da qui’, e lo ripeto. Intanto loro, i dirigenti, si preparano con i soldi a fiumi delle loro fondazioni alla danza delle primarie

Europa? Chissenefrega! Salvini si prepara alla spallata finale I 18 Paesi dell'Eurozona, tutti, unanimi, nessuno escluso, hanno respinto la proposta di bilancio dell'Italia, magari un dubbio lo si potrebbe coltivare. Invece no. Perfino Di Maio ha capito di essere finito in un cul de sac
di

Aspettare, attirare i grillini in un terreno infido, lasciare che si auto-logorino, e poi sferrare alla fine il colpo finale, e mietere dai pentastellati, da Forza Italia, da un ‘centro’ che non trova sbocchi. Il tutto a gennaio

‘Interesse Nazionale’: cos’è veramente? Un concetto tornato alla ribalta negli ultimi tempi: ne parliamo con Gianni Bonvicini (IAI) e con l'economista Giulio Sapelli
di

Bonvicini: ‘Con la Democrazia è diventato in un concetto complesso, che si alimenta di aspetti economici, politici e culturali di un’intera società’. Sapelli: ‘Da trent’anni, in Italia è prevalso il partito che non ha Interesse Nazionale perché ritiene che l’Europa sia superiore all’Italia’