Navigazione: gran bretagna

Sudan: due poteri, l’uno contro l’altro, rischio di guerra civile Partiti di opposizione e SPA hanno creato un contro potere, il Transitional Council, formato solo da leader civili; se, come pare, i Paesi occidentali appoggeranno la giunta militare lo scontro sembra inevitabile
di

Vive le preoccupazioni delle diplomazie europee, in particolare Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia, che hanno supportato al-Bashir e ora sembrano approvare la giunta militare, controllata dietro le quinte dal criminale di guerra Salah Gosh

Sudan: i militari aprono il dialogo con la rivoluzione, e in segreto incontrano gli ambasciatori occidentali Questa sera la Giunta incontrerà, in una località segreta, a porte chiuse, gli ambasciatori di Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Russia, Stati Uniti. Arabia Saudita, Emirati Arabi e Qatar
di

National Congress Party, non potrà partecipare alla transizione in quanto responsabile degli errori del passato, Omar al-Bashir, non sarà consegnato alla CPI, forse in partenza per un esilio dorato

Imperatore Tewodros II: tornato a casa in Etiopia, in attesa di demitizzazione La Gran Bretagna ha restituito le lunghe trecce di Tewodros II all’Etiopia, ecco perché l’evento è così importante. Ma il mito attende di essere messo in archivio da un Paese aspira diventare il cuore pulsante dell’Africa
di

Personaggio controverso, innalzato a eroe nazionale e simbolo dell’Etiopia dopo la caduta del regime di Mengistu Haile Mariam per rafforzare l’identità nazionale in un Paese composto da troppe etnie non omogenee tra loro

Sudan: complotto arabo-israeliano per sostituire Bashir con il ‘boia di Khartoum’ Salah Gosh avrebbe incontrato il Direttore del MOSSAD con la mediazione congiunta di Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi; concordi a mollare Bashir anche USA e Francia, mentre della posizione italiana non si sa nulla
di

“Un Sudan post-Bashir potrebbe implodere creando una situazione come in Libia o Somalia, le cancellerie dei Paesi ‘amici’ cercano l’uomo alternativo all’interno del partito di Governo”

Iran: l’Europa non sta rispettando l’accordo sul nucleare L’Iran sta mantenendo i suoi impegni, certifica l’Aiea, gli USA sono usciti dall’accordo, l’Europa dice di volerlo mantenere ma non lo sta rispettando”. La denuncia nel colloquio con Raffaele Mauriello da Teheran
di

“Si è arrivati all’accordo per volontà europea, è l’atto diplomatico più importante della storia della UE che, secondo l’intesa, è garante del suo rispetto; l’Unione Europea dovrebbe far rispettare l’intesa da parte di tutti gli altri Paesi firmatari, avrebbe dovuto sanzionare gli USA”

Trump con i foreign fighters complica la vita agli europei Il Presidente americano usa i foreign fighters per convincere l’Europa a un aumento della partecipazione europea alle spese militari della NATO. La posizione italiana? C’è una posizione italiana?
di

Se mai ci fosse un motivo per accelerare la formazione di un sistema di difesa europeo, questo sarebbe decisivo! Cresce la necessità di avere una politica comune, non solo di difesa, ma anche diplomatica

1 2 3 17