Navigazione: governo

«Essere e stare a Chigi o non più essere e stare a Chigi?», questo è il dilemma (salviniano) di Conte Dopo la giornata di ieri con Salvini che pone la condizione, «Programma e Ministri nuovi o si vota a ottobre», la stella nascente Conte fa i conti con l’essere ceto politico in questo accrocchio di governo
di

L’homo novus, però legato al potere reale, completamente digiuno di politica e del tutto privo di progetti e prospettive, per un momento è parso una stella nascente, ma ora il gioco potrebbe condursi su altri tavoli

TAV: il furbastro Di Maio in difficoltà, l’astuto Salvini non sta bene, avanti al Conte carambolaio I due si stanno scazzottando e rischiano grosso entrambi, così la scena potrebbe essere tutta per il giocatore di biliardo, avvezzo a giocare carambole con tante sponde
di

Salvini questa battaglia non la può perdere, ma se gli stellini mantengono il punto e lasciano cadere il Governo gli resterebbe solo Berlusconi; Di Maio ha creato la condizione per poter dire che Salvini è il responsabile della crisi, da irresponsabile come Di Maio

Silvano Casini: se l’Agenzia Spaziale Italiana non cambia la sua rotta, lascia lo spazio al palo L’Amministratore straordinario dell’ASI nel biennio 1995-1996, spiega come, con decretazione d’urgenza, provare a porre rimedio alla crisi politica del settore a pochi mesi da appuntamenti strategici
di

“Se non si corre subito ai ripari, non meravigliamoci poi se saranno molto favoriti i nostri vicini. L’Italia, con una preparazione assolutamente inadeguata, non saprà neanche come recuperare terreno”

Cantone, faccia il suo mestiere … oppure si dimetta, ma per davvero Che vuol dire ‘non sono uomo per tutte le stagioni’? Lei, dottor Cantone, ha una sola ‘stagione’, una e una sola: lo Stato; e lo Stato non ha ‘stagioni’!
di

L’idea che uno che fa il Suo lavoro possa farlo diversamente a seconda delle ‘stagioni’ politiche turba, e dovrebbe turbare Mattarella, perché sorge la domanda a quale ‘stagione’ Lei sia appartenuto, a quale gli sia stato eventualmente chiesto di appartenere, e a quale dovrà appartenere chi dovrà sostituirlo

Governo del cambiamento o comitato d’affari? Tutta questa ideologia sovranista e fascista alla fine non riesce neanche a nascondere bene il suo vero volto
di

Per tutelare i propri reciproci affari hanno messo al centro la parola ‘contratto’, il cui significato assume contorni mistici tanto si dilata, restringe, si sconfessa e si recupera. Un termine, guarda caso, che regola la stipula di affari, non i normali rapporti che dovrebbero regolare la vita politica di un Paese.

1 2 3 13