Navigazione: Europa

Moscopoli: le inquietudini di Stati Uniti ed Europa Non è solo questione di finanziamenti illeciti, ma delicati rapporti ed equilibri internazionali. E’ questo che deve chiarire Salvini, e il suo silenzio non è rassicurante
di

Le inquietudini, le perplessità che si ‘respirano’ a Washington, Parigi, Berlino, Bruxelles sono relative a questa frase di Savoini: «Salvini è il primo uomo che vuole cambiare tutta l’Europa». Cambiare per avvicinare l’Italia e l’Europa a Mosca

Italia – Cina in Etiopia: un Davide contro Golia Siamo proprio sicuri di riuscire a vincere la Cina in Etiopia? Gli investimenti cinesi in Etiopia rientrano in una strategia condivisa a colpi di accordi speciali con l’Etiopia, l’Italia non ha accordi privilegiati
di

L’investitore italiano in Etiopia non può contare né sul supporto politico dell’Italia né su quello UE, visto che Addis Abeba non ha firmato l’accordo commerciale proposto da Bruxelles

L’Iran ‘non è come gli altri’, e si scrolla di dosso le sanzioni Teheran dichiara aumentate le esportazioni di petrolio, e da domani aumenterà il ritmo del processo di arricchimento dell'uranio, mentre detta le condizioni per un negoziato con gli USA
di

Il G-20 potrebbe essere l’ultima occasione per l’Europa di recuperare un rapporto autenticamente costruttivo con l’Iran, visto che la loro incapacità di far rispettare gli accordi agli americani ha fatto si che gli iraniani non prendano più sul serio gli europei

Iran – USA: guerra sì, ma di logoramento, per il momento Le sanzioni americane all’Iran alla base dell’escalation tra Teheran e Washington, e ora gli USA vorrebbero rafforzarle colpendo gas e il meccanismo finanziario europeo INSTEX
di

Il duro programma di sanzioni in atto avevano in obiettivo, indebolendo l’economia e di riflesso le capacità militari dell’Iran, la riduzione del programma nucleare iraniano e l’inversione del comportamento ‘assertivo’ dell’Iran in Medio Oriente. Hanno finora avuto l’effetto opposto

Sea Watch problema politico europeo, ma Pippo non lo sa … Matteo Salvini ci spiegasse perché non ha partecipato, sprezzante, alle riunioni convocate dal suo Collega ipersovranista Horst Seehofer in materia di migranti illecitamente presenti in vari Paesi europei, come non è presente in quasi tutte le riunioni ministeriali ad hoc
di

E finge pure di non accorgersi che, nel suo silenzio assoluto, ogni mese sbarcano in Italia centinaia di ‘migranti’ mandatici dalla Germania, dove sono arrivati perché noi non abbiamo saputo/voluto tenerli, in ottemperanza al trattato di Dublino