Navigazione: ENI

‘Interesse Nazionale’: cos’è veramente? Un concetto tornato alla ribalta negli ultimi tempi: ne parliamo con Gianni Bonvicini (IAI) e con l'economista Giulio Sapelli
di

Bonvicini: ‘Con la Democrazia è diventato in un concetto complesso, che si alimenta di aspetti economici, politici e culturali di un’intera società’. Sapelli: ‘Da trent’anni, in Italia è prevalso il partito che non ha Interesse Nazionale perché ritiene che l’Europa sia superiore all’Italia’

Libia: ‘missione impossibile’ di Minniti tra Haftar, Sudan, Algeria Una fonte di ‘DefenceWeb’ spiega: "l'Italia che sta perdendo terreno anche in Sudan sta cercando una alleanza con l'Algeria, la quale preferisce il debole e malleabile Governo di Serraj", l’incontro Minniti e Haftar "segno di debolezza di Roma"
di

L’Italia in Libia sta giocando una partita pericolosa e senza esclusione di colpi per salvaguardare la sicurezza energetica del Paese e gli interessi di ENI, in questo contesto si spiega la missione in Algeria e l’incontro con Haftar del Ministro degli Interni

Libia, l’immigrazione nel tritacarne della guerra per gli idrocarburi
di

Il Governo ha annunciato che saranno stanziati fondi per la cooperazione tesi a creare le condizioni di sviluppo in loco per diminuire l’esodo, fondi che finanzieranno non progetti di cooperazione non nei Paesi origine dell’immigrazione africana in Italia (Nigeria, Senegal, Ghana), ma in Libia… nelle zone dove ci sono i giacimenti petroliferi ancora controllati da ENI

Perchè l’Italia potrebbe perdere la Libia
di

L’intervento italiano in Libia sta incontrando difficoltà impreviste. Un Governo controllato dal pragmatico, laico Generale Haftar difficilmente concederà spazi all’Italia e all’ENI. A rischio ora anche il ruolo italiano in Sudan

Kenya: il business italiano guarda dritto al voto
di

“I rapporti bilaterali intrapresi dal Governo italiano nell’ultimo quadriennio vanno nella direzione di creare nuove possibilità per le aziende italiane in un Paese economicamente e socialmente in crescita come il Kenya, e allo stesso tempo offrire il proprio know-how”. Investimenti dell’industria italiana e significherebbero comunque una garanzia di continuità dei rapporti economici tra i due Paesi.

ENI: cosa succede realmente in Africa?
di

Secondo fonti dell’associazione cristiana Africa Europe Faith and Justice Network e dal Presidente dell’anti-corruzione nigeriana, l’ENI praticherebbe l’estrazione dalle sabbie bituminose in queste aree anche grazie ad accordi poco chiari con la politica locale e, in particolare, con il Presidente del Congo Brazzaville

Le attività nocive di ENI in Congo – Brazzaville
di

Ecco tutte le attività nocive di ENI in Congo – Brazzaville. In primis, l’estrazione di petrolio dalla sabbia tar su di una area di 1.790 chilometri quadrati, causa emissioni di gas nocivi superiori cinque volte alle emissioni delle normali estrazioni petrolifere