Navigazione: DonaldTrump

Ecco come la domanda di soia sta accelerando la deforestazione amazzonica Non solo benefici per il Brasile. Il crudele impatto della guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina sulla foresta amazzonica
di

Nel pensare alle possibili conseguenze della guerra dei dazi, rischiamo di dimenticare un effetto collaterale ad ampio raggio: quello sull’Amazzonia brasiliana. In altre parole, l’aumento della deforestazione e dei cambiamenti climatici, nonché, l’intensificarsi delle pressioni sui gruppi indigeni.

Immigrazione e sicurezza: e se Trump avesse torto? E' davvero efficace la ‘migration policy’ di Trump? Ne parliamo con David Bier, analista del Cato Institute
di

Trump continua con l’idea del controllo «estremo» nei confronti di immigrati e viaggiatori stranieri, convinto che, a causare gli atti terroristici, siano stati proprio i fallimenti nel controllo di determinati soggetti ‘ad alto rischio’. Ma i dati dimostrano esattamente il contrario. Ce lo conferma David Bier, analista del Cato Institute.

Oltre Gerusalemme: la nuova strategia geopolitica di Washington Ecco tutti i retroscena della 'questione Gerusalemme'
di

Tuttavia, sarebbe un grave errore pensare che questa decisione – per molti versi destinata a segnare uno spartiacque storico – sia da ricondurre esclusivamente all’intemperante e debordante personalità di 'The Donald'. Dietro vi è molto di più. Vi è la decisione di ridisegnare la strategia statunitense in tutto il Medio Oriente. La questione di Gerusalemme ha messo in chiaro – ancorché ve ne fosse ulteriore bisogno – come la Casa Bianca abbia dunque deciso di puntare sull’Arabia Saudita come principale alleato nella, complessa, regione medio-orientale.
[purchase_link id="268589" text="Acquisto" style="button" color="red"]


Se preferisci non acquistare il singolo PDF ma entrare nella nostra Membership (Memberhip Mensile, Membership Annuale, Membership Semestrale e Membership Trimestrale) utilizza i seguenti bottoni.
Accedi Registrati al Membership
Fra ‘white supremacism’ ed equilibri politici La questione razziale negli Stati Uniti di Donald Trump
di

Nel dibattito sul ruolo dei movimenti del ‘white power’ dinamiche storiche si legano, infatti, alle evoluzioni di lungo periodo della demografia e della società USA e alle fratture che con sempre maggiore evidenza stanno attraversano i due partiti maggiori, contribuendo a tratteggiare uno scenario dai contorni incerti, che accentua il peso di realtà sinora marginali e che fa assumere loro un peso assai superiore alla loro consistenza effettiva.

You must first purchase a membership level before purchasing this content.

Click here to choose a membership level.

Stati Uniti: Trump, fine della Lotteria dei visti Il sistema in vigore, ideato dai democratici, istituito nel 1990 e funzionante dal 1995, assegna 55mila permessi di soggiorno permanenti
di

Il giorno dopo l’attacco terroristico a New York, il Presidente americano Donald Trump ha ribadito la richiesta di una riforma delle norme sull’immigrazione, ponendo fine sia al sistema della lotteria dei visti sia quello della catena migratoria basata sui legami di parentela, con i quali sono arrivati in Usa gli autori degli ultimi due attacchi.

Israele: Benjamin Netanyahu e l’ ‘ipocrisia europea’ Dopo la visita a Parigi a Emmanuel Macron, il Premier israeliano ha oggi incontrato Federica Mogherini e i Ministri degli Esteri UE
di

Al centro, la decisione del Presidente americano Donald Trump di spostare la sede dell’ ambasciata statunitense in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme. Decisione che ha scatenato una nuova intifada palestinese oltre che le critiche da parte di numerosi attori della comunità internazionale e le minacce dell’ Isis e di Al Qaeda. Oltre l’ Iran, la Turchia, anche numerosi Paesi europei non hanno accolto favorevolmente l’ annuncio di Trump.