Navigazione: crisi economica

L’inferno è in Libano Il Paese era in ginocchio almeno dal 2019, ora la situazione rischia di essere irreparabile. Se la popolazione troverà nel disastro una ragione per ricompattarsi alla sua élite politica, la possibilità di tirare fuori il Paese dalla fossa è in mano alla comunità internazionale
di

L’altra possibilità è che invece la rabbia popolare cresca, il che significherebbe il crollo del Libano. I vertici dello Stato erano a conoscenza del pericolo. Questa potrebbe essere la scintilla che fa precipitare il Paese

Coronavirus, la pandemia con gli occhi di un artista A tu per tu con Valerio Liboni, storico leader de ‘I Nuovi Angeli’: dalla musica, alla fede, al Governo, allo sport e la tv ce n’è per tutti. Passando per Conte, Di Maio, Renzi, Napolitano e il baldanzoso circo della politica
di

“Siamo innanzitutto senza Ministro degli Esteri: alla Farnesina ci ritroviamo un ex bibitaro dello Stadio San Paolo di Napoli, cosa di una comicità mostruosa”, tutti o quasi “un esercito di nani impotenti, ma senza Biancaneve”

COVID-19: una brutta estate attende l’Africa, tra resilienza e incubi Il coronavirus COVID-19 ha iniziato lo sbarco e la relativa diffusione nel continente. Da aprile a ottobre, le preoccupazioni sono su tre fronti: salute, economia, politica
di

Il mix di crisi economica, crisi da ‘state in casa’, crisi sanitaria, può innescare rivolte sociali diffuse. Né sono da escludere scontri tra le istituzioni, oltre quelli -scontati- tra le litigiose forze politiche

Argentina: un voto scontato per una crisi senza fine Il popolo argentino è chiamato a eleggere un nuovo Presidente, ma la crisi economica è sempre più profonda, ne parliamo con Nicola Bilotta
di

“L’Argentina non risolverà i suoi problemi economici nel breve termine”, “il FMI ha creduto e scommesso sul fatto che Macri avrebbe potuto portare il Paese verso un nuovo modello economico”, “c’è il timore che si possa ritornare verso politiche protezioniste e di intervento statale”

Brasile: Oltre l’orizzonte il ritorno alla crescita
di

“Il sistema politico brasiliano… è totalmente inadeguato per un Paese che oramai è uno delle grandi potenze del mondo. Il Brasile…non può più sorreggersi su di un sistema politico così primitivo..ha bisogno di una riforma politica, che sia in grado di semplificare il suo ordine politico”.