Navigazione: carcere

Duemila giorni per una sentenza? No problem Cinque anni in carcere per non aver commesso il fatto: cronache marziane in nome del popolo italiano
di

Un magistrato (per carità di patria se ne omette il nome) impiega un tempo enorme per scrivere una sentenza. Il Plenum del Csm decide che il magistrato in questione deve avere la possibilità di essere nuovamente valutato con buone possibilità, quindi, di conseguire la settima ed ultima valutazione di professionalità

Calano i reati, cresce la paura
di

Si intitola ‘Governing Through Crime’, con un non meno significativo sottotitolo: ‘How the War on Crime Transformed American Democracy and Created a Culture of Fear’: è…

Totò Riina: la Costituzione vale anche per lui
di

Eugenio Albamonte: la sentenza è la prova che lo Stato è più forte della mafia. Che la Cassazione riesca a porre un tema umanitario rispetto a un soggetto che ha dimostrato con la sua condotta criminale il massimo della disumanità rende quasi orgogliosi di una giustizia che riesce a ragionare in termini di diritti

Giustizia, se ci sei batti un colpo
di

Un tema che ad Alberto era caro, e che sembra essere sparito dall’agenda politica di questo Paese: quello del carcere. Non ne parla il Governo; tacciono i partiti di maggioranza; silenzio da parte dell’opposizione. Anche per questo è opportuno continuare a insistere

Italia ultima per la tutela dei diritti
di

‘Culla del diritto’: è la lusinghiera definizione di cui, legittimamente, si fregiava il nostro Paese, che ora Lrisulta agli ultimi posti nello ‘scoreboard’, la pagella comparativa, sull’efficienza dei sistemi giudiziari pubblicato dalla Commissione europea

Israele, 1000 prigionieri palestinesi in sciopero della fame
di

Rami Hamdallah, Primo Ministro palestinese, il Consiglio Nazionale Palestinese e l’organizzazione Hamas hanno dichiarato di sostenere lo sciopero: «Avvertiamo Israele di fare alcun male ai prigionieri che scioperano. Qualsiasi ritardo nel rispondere alle loro richieste scatenerà il caos in tutte le prigioni. Tutti i carcerati si uniranno contro chi minaccia loro e la loro dignità».