Navigazione: Barcellona

Catalogna: riforma costituzionale o cultura democratica? Intervista esclusiva a Clara Marsan Raventos, docente di diritto costituzionale presso la Universitat Pompeu Fabra di Barcellona
di

Ritengo che non ci sia l’effettivo bisogno di una riforma costituzionale per avere un referendum in Catalogna, in Andalusia o in qualsiasi altra Comunità Autonoma. Credo però che, prima di affrontare l’aspetto costituzionale, vi sia invece un primo grande problema che riguarda la cultura politica in Spagna. C’è un grave problema di corruzione nel Paese

Catalogna: dichiarazione di indipendenza o atto eversivo? Fulco Lanchester, professore ordinario di Diritto costituzionale italiano e comparato dell’Università “La Sapienza" di Roma, commenta la proclamazione della Repubblica da parte del Parlamento catalano
di

La votazione è stata a scrutinio segreto e la mozione è stata approvata con 70 voti a favore, 10 contrari e 2 schede bianche. Il premier spagnolo, Mariano Rajoy, ha definito il voto “un atto criminale”.

Le due giornate di Barcellona Oggi inizia la due giorni che si potrebbe concludere con la dichiarazione unilaterale di indipendenza, con un Puigdemont che guarda all'alba della Repubblica dall'orlo del burrone della crisi di Governo e lo stivale di Madrid pronto a calare sul terreno
di

Madrid: «Attacco contro lo Stato di diritto», «violazione del principio di legalità e di gerarchia normativa», questi sono i rischi che si affacciano sul percorso parlamentare del 155 proposto da Rajoy; Barcellona dichiarazione unilaterale dell’indipendenza con Ministri di Puigdemont pronti a dimissioni

Barcellona 6 ottobre 1934: quando la Catalogna si dichiarò indipendente I 'Fatti d'Ottobre' del '34 sono stati un'anticipazione di ciò che vediamo oggi?
di

L’idea alla base della dichiarazione di indipendenza del 1934 fu prima di tutto repubblicana: i promotori di quel gesto si consideravano a tutti gli effetti repubblicani, non indipendentisti catalani; in quest’ottica, l’indipendenza non era contro la Spagna in sé, bensì contro il Governo reazionario che si era instaurato a Madrid

Catalogna: referendum, chi ha vinto? Chi ha perso? Il bilancio del referendum catalano e le prospettive future secondo Eleonora Poli, ricercatrice dell' Istituto Affari Internazionali (IAI)
di

‘L’ indipendenza indebolirà la Spagna, ma anche l’ Unione Europea perché, comunque, siamo economie interconnesse e, per quanto la Catalogna sia una regione della Spagna, la sua scissione comporterà dei costi sia dal punto di vista istituzionale che dal punto di vista economico’

Quelli che … l’indipendenza della Catalogna la vogliono Chi c’è dietro la mobilitazione per l'indipendenza della Catalogna
di

Centrali nel desiderio indipendentista le organizzazioni della società civile: Catalan National Assembly (Assemblea Nazionale Catalana – ANC) e Omnium Cultural. Finanziate da privati, si presentano come organizzazione indipendenti e hanno avuto un ruolo di primo piano nell’organizzare le grandi manifestazioni di questi ultimi anni a Barcellona.