Navigazione: armi

7000 scarpe contro le stragi armate nelle scuole Usa Sono state esposte sul grande prato antistante al Congresso americano proprio per sollecitarlo ad approvare la riforma sulla libera vendita di armi ai cittadini
di

La protesta delle scarpe è stata organizzata dal gruppo di attivisti Avaaz. Gli studenti hanno organizzato una marcia per il 14 marzo con 17 minuti di silenzio per ogni vittima, sponsorizzata con l’hashtag #NationalStudentWalkout, e una ‘Marcia per le nostre vite’ a livello nazionale per il 24 marzo

Dazi, Trump prova a calmare gli ‘amici’. Ma in 11 sono pronti allo scontro Le forze turche e le milizie arabo-siriane alleate di Ankara hanno preso oggi il controllo di una località chiave nell'enclave curdo-siriana di Afrin
di

Caso Skripal, la May: ‘Se verrà provato che si tratta di un fatto sponsorizzato da uno Stato faremo ciò che è appropriato, ciò che è giusto’. Una sorella del leader dell’Isis, Abu Bakr al Baghdadi, è stata condannata a morte per impiccagione dalla Corte centrale criminale di Baghdad

#NeverAgain e la questione delle armi negli Stati Uniti E’, forse, questa l’occasione per introdurre nuove regole in un settore tradizionalmente refrattario a controlli e limitazioni?
di

Il ricorso alla forza per annullare la minaccia è essenziale nell’orizzonte morale della cultura popolare statunitense: è questo dato culturale che – più del peso della NRA – contribuisce ad attribuire alle armi e al loro possesso un valore positivo che, dal punto di vista europeo, risulta difficile da comprendere

Usa: ‘Generazione Columbine’ simile ai movimenti studenteschi del ’68? Intervista a Tiziano Bonazzi, storico politico e Professore emerito dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna
di

‘I movimenti giovanili del ’68 sono letteralmente scomparsi, non possiamo fare paragoni diretti con i ragazzi di oggi. Sono movimenti finiti con l’amministrazione Nixon. Quel movimento ha cambiato molto l’America soprattutto  per quanto attiene alla sfera sociale’