Navigazione: Alessandro Di Battista

Di Battista: il cittadino si fa Stato. Prende il potere e poi? Poi, poi … poi se in Parlamento ‘entrano’ persone che non sanno né leggere, né scrivere non è più ‘il cittadino che si fa Stato’, ma è il dominante che ti domina e te lo mette ... lì!
di

C’è povertà in giro? una bella assistenza sotto forma complicata, creando i nocchieri del nulla. Il lavoro è mal pagato? Risolto, paga oraria minima obbligatoria. Poi i facciamo i minibot e paghiamo tutto. Semplice no?

Da Di Maio a Di Battista: belli di papà Padri che svelano l’ipocrisia dei figli. Padri che gli tocca di toccare la merda; Figli che non ne sanno mai niente, vivono sulle nuvole, hanno vissuto e vivono nella bambagia con i soldini di papà
di

A casa di papà hanno mangiato e dormito, grazie ai suoi soldini hanno viaggiato e studiato, senza chiedersi da dove venissero quei soldini, dopo si svegliano e si incazzano, danno ‘lezioni’ ai poveri papà e poi arriva il condono

Dibba – Fouché: la ‘logica’ infantile di bambini viziati e un po’ tonti Minaccia di andare a leggere chissà quale sentenza sotto casa di Berlusconi se si continua a dare notizie perfettamente legittime; si ‘nasconde’ una cosa negativa in cambio del ‘nasconderne’ un’altra!
di

Questa sì che è alta politica e alta morale. Come quella del giovane arrembante ragazzotto che ha indotto il padre a umiliarsi in pubblico al solo ed unico scopo di ‘difendere’ il figliolo purissimo aduso ad agire da superbo ed intoccabile Robespierre di carta pesta

Parigi, con i gilet gialli, brucia, e Roma? Parigi non è molto lontana da Roma. Anche gli attuali inquilini di palazzo Chigi, al pari di Macron, dispongono di un credito straordinario, che velocemente stanno dilapidando; e prima o poi l’opinione pubblica presenterà il conto
di

Governo incompetente e impotente, cementato solo da calcoli di politica politicante; opposizione inconsistente; e intanto si coglie il movimento di una opposizione priva di guida politica