Navigazione: 5marzo

Sudan: complotto arabo-israeliano per sostituire Bashir con il ‘boia di Khartoum’ Salah Gosh avrebbe incontrato il Direttore del MOSSAD con la mediazione congiunta di Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi; concordi a mollare Bashir anche USA e Francia, mentre della posizione italiana non si sa nulla
di

“Un Sudan post-Bashir potrebbe implodere creando una situazione come in Libia o Somalia, le cancellerie dei Paesi ‘amici’ cercano l’uomo alternativo all’interno del partito di Governo”

La politica petrolifera USA nell’Era Trump Con Giacomo Luciani (Institut de Hautes Études, Ginevra) parliamo delle influenze del petrolio sulla politica internazionale americana
di

'La produzione negli Stati Uniti è in rapida ascesa grazie alla ripresa degli investimenti nello shale oil e, agli attuali prezzi, continuerà a crescere perché è tornato ad essere conveniente produrre ed investire in questa fonte di petrolio non convenzionale'. Per tentare di capire quanto i mutamenti della politica energetica USA siano da imputarsi alla nuova Amministrazione e quanto, invece, siano derivanti da processi economici indipendenti, abbiamo parlato con il professor Giacomo Luciani.
[purchase_link id="268571" text="Acquisto" style="button" color="red"]


Se preferisci non acquistare il singolo PDF ma entrare nella nostra Membership (Memberhip Mensile, Membership Annuale, Membership Semestrale e Membership Trimestrale) utilizza i seguenti bottoni.
Accedi Registrati al Membership
Corea del Nord: Kim Yong Un, pronto alla denuclearizzazione? Alla fine del mese di aprile, presso Panmunjeom, si terrà un vertice tra il leader nordcoreano e quello sudcoreano
di

L’ accoglienza riservata da Kim Jong-un alla delegazione sudcoreana che ha visitato Pyongyang è stata molto cordiale. Il leader nordcoreano, affiancato dalla consorte, Ri Sol-ju, dalla sorella, Kim Yo-jong, e dal Vicepresidente del Partito dei Lavoratori, Kim Yong-chol, ha incontrato gli ospiti in un banchetto.

Siria: le mani dell’Iran su Aleppo Qual è il ruolo di Teheran in Siria? E come deve esser interpretato il suo impegno nella città? Intervista ad Annalisa Perteghella, analista per l’ISPI ed esperta in Medioriente
di

‘Lo scopo è quello di cercare di ricostruire lo Stato siriano nella sua integrità. Così facendo, Teheran mira a ad assicurarsi un alleato nella regione. In alcune zone, poi, l’Iran sta mettendo in atto una politica demografica di ripopolamento, sostituendo la popolazione sunnita rifugiatasi all’esterno del Paese con popolazione sciita’

Elezioni 2018: la via italiana ‘trumpismo’ europeo? Il successo di M5S e Lega secondo Andrew Spannaus: un'analisi del voto italiano alla luce delle tendenze mondiali
di

‘Gli italiani hanno dimostrato di essere stufi di una classe politica che parla tanto ma porta a casa pochi risultati. Il fenomeno di Trump è basato soprattutto su un ripudio totale e diretto dell’establishment politico; questo c’è solo in parte nei partiti populisti in Italia. E nel M5S qualche punto di somiglianza c’è’