Navigazione: 27agosto

L’ Isis è ancora vivo: perché? Dopo mesi di silenzio, tornano ad arrivare notizie dall’Isis: prima il rapimento e l’uccisione di prigionieri drusi e poi la voce del califfo al Baghdadi, creduto ormai morto. Che cosa è successo?
di

La notizia è che l’Isis ha iniziato a uccidere i prigionieri di etnia drusa che aveva fatto prigionieri nel mese di luglio. Questo a pochi giorni dall’uscita di un nuovo audio che contiene la voce di un uomo che potrebbe appartenere al califfo al-Baghdadi, che si credeva morto

La canapa nella legislazione della Croazia La legge croata in materia di canapa e cannabis
di

Il mercato dei semi sembra la sola prerogativa per un Paese che ha coltivato canapa anche nei tempi più critici del socialismo jugoslavo. Tuttavia, l’introduzione legale della possibilità di curarsi con la cannabis, per quanto ancora limitata, ha spinto l’SPD a formulare una proposta di legge organica sull’impiego industriale della pianta a 360 gradi

Uganda: attentato a Museveni e scontri a Kampala a firma di Bobi Wine Se si esaminano attentamente le dinamiche delle violenze scoppiate, si comprende che il diritto a manifestare è stato trasformato dall' ex popstar, ora agli arresti, nel diritto alla violenza
di

Il Presidente Museveni vuole punire il rastaman ribelle con accuse inconfutabili. Per questo ha ordinato di lasciar perdere la montatura delle armi. Aver provocato l’attentato al Capo di Stato e istigato le violenze e i saccheggi in due città, compresa la capitale, sono più che sufficienti per condannare la ex popstar.

L’intricata vicenda del Karmapa e gli intrighi segreti tra India, Cina e Tibet Il processo di reincarnazione e l’elezione del Karmapa diventa oggetto sia di disputa religiosa sia teatro di spionaggio soprattutto tra India e Cina che vogliono mantenere il Buddhismo tibetano (e il Tibet) sotto la propria influenza
di

La Cina continua la sua opera di spoliazione culturale e di integrazione forzosa del Tibet nel proprio territorio anche per via genetica, imponendo la popolazione Han che è la maggioritaria in Cina snaturando le radici etniche e culturali del Tibet

Presidente Mattarella, faccia tacere il bullo! I suoi poteri, quelli previsti dalla Costituzione e dai regolamenti istituzionali, possono ripristinare una vita normale nel Paese e non lasciarlo nello scempio dilagante?
di

Ognuno sa, almeno lo sanno tutti quelli che hanno un senso dello Stato, che governare vuol dire avere potere ma avere potere non vuol dire spadroneggiare. È contro questa deriva che mi permetto di rivolgerle la seguente domanda: può ripristinare il senso del limite prima che la guerra civile del bullo dell’ultimo banco e dei suoi accoliti, non si sposti dalle parole ai fatti?