Navigazione: 24ottobre

Burundi: i ribelli di RED Tabara attaccano la provincia di Bubanza Una consistente colonna di unità guerrigliere dotate di armi pesanti e ottima logistica di trasporto ha raggiunto il distretto di Bubanza attraverso la strada nazionale. Combattimenti ingaggiati con reparti della FDNB (Forza di Difesa Nazionale del Burundi); perdite pesanti per l’Esercito. Non si può confermare al momento che sia guerra di liberazione
di

Operazione Corridoio Est: lo scorso settembre si è creata una coalizione militare tra Angola, Congo e Rwanda con il mandato di individuare le azioni più efficaci per stabilizzare la Regione dei Grandi Laghi, e una settimana fa sui social network circolava la voce di un imminente attacco al Burundi da parte del FORBU, forse con il sostegno delle potenze regionali

Ergastolo ostativo: quando anche i Magistrati dimenticano la Costituzione Sorprende che due Magistrati per di più membri del CSM, Nino Di Matteo e Sebastiano Ardita, si schierino contro una sentenza della Corte Costituzionale, invitando cioè il legislatore o il Governo ad aggirarla
di

Che quel regime ostativo sia una bruttura giuridica e anticostituzionale (principio di uguaglianza, principio di ‘umanità’ della pena, ecc.) è evidente e la Corte Costituzionale lo ha ribadito: le sentenze si applicano, punto.

Siria: la pessima soluzione di Sochi Trasferire i profughi siriani in quel territorio abitato dai curdi è illegittimo: i trasferimenti di popolazioni al fine di modificare le consistenze etniche locali sono rigorosamente vietate dal diritto internazionale
di

I curdi sono una etnia, una Nazione che si estende negli attuali Stati di Iran, Iraq, Siria e Turchia, e i loro territori avrebbero da tempo dovuto costituire uno Stato, il Kurdistan. Occupare il territorio di uno Stato è un atto di assoluta illegittimità internazionale

Russia si chiama fuori dalla partita dell’Italia con Bruxelles La visita di Conte a Mosca: le relazioni italo-russe nel quadro dello scontro con Bruxelles. Intervista a Eleonora Tafuro Ambrosetti (ISPI)
di

La missione del premier italiano in Russia assume una rilevanza di primo piano per la portata delle questioni economiche e politiche fra i due Paesi, nel contesto di un delicato confronto europeo sulla manovra finanziaria a seguito della bocciatura del documento di programmazione economico-finanziaria.