Navigazione: 19marzo

Coronavirus in Iran: l’arma americana, la vergogna europea Gli USA non allentano le sanzioni, l’Europa non si vede, assente ingiustificata, e all’Iran nessuno vende medicine e attrezzature mediche. Ne parliamo con Raffaele Mauriello, professore all’Università Allameh Tabataba’i di Teheran
di

Non ci sono tamponi, la diagnosi di COVID-19 si fa sulla sola base della sintomatologia, non ci sono medicine, non ci sono ventilatori, materiale per il quale ci sarebbero i fondi, ma le aziende non li vendono all’Iran per paura delle sanzioni americane

Un dizionario per capire la politica dell’Africa Nic Cheeseman, dell’Università di Birmingham, Eloïse Bertrand, dell’Università di Warwick, e Sa'eed Husaini, dell’Università di Oxford, hanno realizzato ‘African Politics’, il nuovo dizionario di politica africana
di

L’Africa come mai è entrata nella politica e nella comunicazione dei nostri tempi, e ben poco l’Europa comprende per davvero dell’Africa, il dizionario può essere uno strumento per andare oltre le parole e capire le dinamiche del continente

Agricoltura biologica al 100%, un’alternativa al cambiamento climatico Dopo il ‘Friday for Future’, dalla kermesse di ‘FirenzeBio’ un altro segnale positivo attraverso la scelta del bio, "che coinvolge" – afferma Alberto Bencistà – "20 milioni di persone in Italia"
di

E’ una risposta che ci dice che l’obiettivo di un’agricoltura biologica al 100% è una delle strade giuste da percorrere per porre rimedio ai cambiamenti climatici e  che è sempre più condivisa, lo dimostrano l’alta partecipazione dei cittadini

Lampedusa: là dove Salvini viola la legge per interposta persona Salvini si limita ad indicare un sospetto, facendo solo allusioni e rinvii ad altre norme, ordina in maniera informale, agisce in violazione del principio della divisione dei poteri
di

‘Forse’ si sta violando la legge italiana da parte della Mar Jonio, ‘forse’ si è deliberatamente fatto ciò, ‘forse’ si vuole creare artificiosamente un problema. Perfetto: forse. Sta alla Magistratura indagare e poi decidere sui ‘forse’, non a Salvini