Navigazione: 15maggio

Elezioni Iraq: ritorna al Sadr, Teheran e Occidente fuori La vittoria del leader sciita e nazionalista pone dubbi sulla direzione politica del prossimo Governo. Il commento del risultato elettorale con i possibili scenari, con Chiara Lovotti, Reasearch assistant ISPI
di

“Più che un voto verso Sadr, è stato un voto di protesta contro l’establishment iracheno. Sadr rappresenta la rivolta, e il suo movimento sadrista incarna le delusioni di una popolazione illusa e disillusa. La divisione interna sciita non ha inciso sul risultato”