Navigazione: 12aprile

Sudan: due poteri, l’uno contro l’altro, rischio di guerra civile Partiti di opposizione e SPA hanno creato un contro potere, il Transitional Council, formato solo da leader civili; se, come pare, i Paesi occidentali appoggeranno la giunta militare lo scontro sembra inevitabile
di

Vive le preoccupazioni delle diplomazie europee, in particolare Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia, che hanno supportato al-Bashir e ora sembrano approvare la giunta militare, controllata dietro le quinte dal criminale di guerra Salah Gosh

Sudan: i militari aprono il dialogo con la rivoluzione, e in segreto incontrano gli ambasciatori occidentali Questa sera la Giunta incontrerà, in una località segreta, a porte chiuse, gli ambasciatori di Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Russia, Stati Uniti. Arabia Saudita, Emirati Arabi e Qatar
di

National Congress Party, non potrà partecipare alla transizione in quanto responsabile degli errori del passato, Omar al-Bashir, non sarà consegnato alla CPI, forse in partenza per un esilio dorato

Stati Uniti: legalizzazione cannabis al centro della corsa per le presidenziali Rassegna Stampa della canapa nelle testate estere, dall’8 al 12 aprile 2019
di

Nell’arco della settimana corrente, è venuto a mancare l’appoggio di uno dei senatori USA ritenuto tra i “padri fondatori” della legalizzazione della marijuana. La motivazione ufficiale per il senatore Cory Booker è legata alla mancata copertura, in tema di uguaglianza di accesso ai Diritti, dei termini riguardanti le diseguaglianze razziali.

La Cina e le riforme verso il futuro L' intervista a Paolo De Nardis, docente ordinario di Sociologia presso Sapienza-Università di Roma e Presidente dell’Istituto di Studi Politici ‘S.Pio V’, e Alberto Bradanini, già Ambasciatore a Pechino e Presidente del Centro Studi sulla Cina Contemporanea.
di

In Cina, lo scorso mese, si è concluso il Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese (PCC) durante il quale l’Assemblea nazionale del Popolo, l’organo legislativo cinese, ha formalizzato l’abolizione del limite di due mandati presidenziali per il Presidente

Italia: il Sud del Mediterraneo recupera centralità La missione italiana in Niger secondo le possibili declinazioni dell’ ‘interesse nazionale’. Intervista ad Arije Antinori, analista geopolitico e Coordinatore del Laboratorio ‘CRI.ME’ all’Università ‘La Sapienza’ di Roma
di

In prospettiva strategica, si assiste a una volontà, da parte italiana, di recuperare la centralità nel Mediterraneo e in Africa, con tutte le criticità espresse dalla politica securitaria degli ultimi anni.