martedì, Marzo 31

Sud Sudan: lo sport, una speranza per i giovani La situazione alimentare è tragica, ma lo sport rimane il miglior cemento dell’identità nazionale

0

Secondo le Nazioni Unite, più di due terzi della popolazione del Sud Sudan avrà bisogno di aiuti alimentari quest’anno per evitare la fame e la malnutrizione. «La situazione è estremamente precaria, e siamo vicini a un’altra carestia. Le proiezioni sono chiare. Se le ignoriamo, ci dovremo confrontare con una tragedia crescente» ha dichiarato Serge Tissot, rappresentante della Fao nel Sud Sudan. 

Per i giovani, lo sport rimane una grande fonte di speranza. Un torneo di lotta per sconfiggere la guerra, ad esempio, è stato organizzato da migliaia di sud sudanesi per allontanare le tensioni. Ad inizio anno, si sono ritrovati in uno stadio nella capitale Juba per partecipare alle finali del torneo nazionale di lotta, sport molto amato e praticato in tutti i settori della società sudsudanese.

«Lo sport è il miglior cemento dell’identità nazionale in una paese fragile come il Sud Sudan e questo torneo è un’opportunità importante per noi come giovane nazione e anche per la pace. Vogliamo chiedere alla nostra gente di aprirsi alla pace, dobbiamo abituarci alla pace e dimenticare la guerra». Alla fine della giornata, i lottatori del Distretto dei Laghi Orientali hanno vinto sui loro rivali dello Stato della Terekeka e dagli Stati di Jonglei.

(Video tratto dal canale Youtube Aljazeera)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore