martedì, Agosto 4

Spotify arriva a Wall Street È considerata la più importante quotazione tecnologica del 2018 e non solo per le dimensioni

0

A Wall Street arriva Spotify. La società svedese ha scelto la piazza finanziaria statunitense per aprirsi agli investitori e raccogliere capitali: sarà riconosciuta con la sigla ‘Spot’. È considerata la più importante quotazione tecnologica del 2018 e non solo per le dimensioni.

A fine giornata, il titolo Spotify si è avvicinato ad una capitalizzazione di 23 miliardi di dollari. La novità è la tipologia di raccolta: non una tradizionale Ipo, ma una quotazione diretta dei titoli societari esistenti.

Spotify è nata dieci anni fa e ha rivoluzionato il modo di ascoltare musica ed è una delle poche startup europee a essersi consolidata nel suo mercato. A fine 2017 la società fondata da Daniel Ek contava 159 milioni di utenti attivi, con 71 milioni di ascoltatori paganti. L’anno scorso Spotify ha generato 4,09 miliardi di euro di ricavi, in rialzo rispetto a 2,952 miliardi del 2016.

(video tratto dal canale Youtube di Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.