sabato, Luglio 20

Spice Girls: di nuovo insieme dopo 20 anni « Il momento ora sembra giusto per esplorare alcune nuove incredibili opportunità insieme»

0

Le Spice Girls tornano insieme dopo 20 anni in vista di nuovi progetti di lavoro. A confermarlo, la diffusione sul web di una foto di gruppo scattata venerdì. Victoria Beckham, Geri Horner, Emma Bunton, Melanie Brown e Melanie Chisholm si sono incontrate a casa della Horner, nell’ Hertfordshire, con la loro storica agente Simone Fuller, a 5 anni dall’ultima apparizione alla cerimonia di chiusura delle olimpiadi di Londra del 2012. E proprio la Fuller ha annunciato ai media britannici: «Abbiamo avuto un pomeriggio meraviglioso… e ci sembra sia arrivato il momento giusto per esplorare nuove opportunità insieme».

Il ritorno insieme delle icone della Gran Bretagna degli anni ’90 porterebbe in tasca ad ognuna delle 5 star ben 10 milioni di sterline (11,3 milioni di euro). Per il momento, però, non si conosce quali possano essere i progetti in cui sarebbero impegnate: non vi sarebbero in programma né un disco né un tour, ma forse uno show-tv in Cina, un talent show. L’ unica cosa certa è che non canterà Victoria Adams (ora Beckham).

«Rimaniamo sempre sopraffatte per quanto interesse ci sia nel mondo per le Spice Girls. Il momento ora sembra giusto per esplorare alcune nuove incredibili opportunità insieme. Siamo tutte d’ accordo che ci sono molte possibilità che possono rispecchiare ancora l’ essenza delle Spice Girls» ha dichiarato in una nota la band britannica che ha venduto oltre 85 milioni di dischi

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore