giovedì, Luglio 2

Spagna: i video che preoccupano per lo Stato di diritto Diego Pérez de los Cobos, nel processo contro i leader dell'indipendenza, con i giudici che lo proteggono dalla difesa

0

In relazione all’articolo ‘Otro virus acecha en España: el del fascismo’ ci sono alcuni video che spiegano perché il licenziamento, ora e solo ora, di Diego Pérez de los Cobosvertice della Guardia Civil, dovrebbe far preoccupare l’Europa e in genere tutti coloro che si preoccupano per il mantenimento dello Stato di diritto in Europa.

Il primo video mostra le accuse della Polizia contro gli elettori del referendum di autodeterminazione del 1 ° ottobre. Il signor Pérez de los Cobos, nel processo contro i leader dell’indipendenza, tenutosi alla Corte Suprema, ha negato che ci fossero state accuse; il Presidente della Corte Suprema non ha permesso che queste immagini venissero visualizzate.

In questo secondo video, Jordi Pina, avvocato difensore di tre degli accusati leader catalani (Jordi Sánchez, Josep Rull e Jordi Turull), che cercano di far parlare il testimone, Don Diego Pérez de los Cobos, che è sotto giuramento e non può mentire negando le accuse Polizia. Il presidente della Camera della Corte suprema, il signor Manuel Marchena, interviene per impedire che al testimone venga invitato a parlare sotto giuramento.
Nella sentenza di fine processo, i leader catalani sono stati condannati per sedizione (in totale, più di 100 anni di carcere) e non è stata fatta menzione delle accuse della Polizia.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore

Docente della Universitat de Vic, Departament d'Economia i Empresa