lunedì, Ottobre 21

Servizio clienti TIM: i contatti utili per parlare con un operatore Ecco numeri di telefono, area clienti e assistenza offline, come contattare un operatore o risolvere i problemi da soli

0

Nel rapporto tra un consumatore e un fornitore della connessione Internet possono nascere tante piccole e grandi questioni che richiedono il contatto con un operatore del servizio di assistenza clienti o l’accesso a un’area di self-care. TIM, il primo provider per la telefonia fissa in Italia, non fa alcuna eccezione. Grazie a una copertura capillare del territorio italiano con la sua rete e un brand che dà fiducia, le sue offerte ADSL e fibra mantengono un grande appeal sul mercato, battendo i competitor anche nel confronto di tariffe più convenienti. Quali sono i contatti giusti da utilizzare per parlare con TIM? In questo approfondimento scopriremo quali sono numeri di telefono e gli altri canali da utilizzare per ricevere l’assistenza del provider o per risolvere i problemi da soli.

Contatti TIM: numero verde e gli altri numeri di telefono del servizio clienti

Il canale di contatto principale per parlare con TIM è il 187. Un numero di telefono gratuito (utilizzabile solo dall’Italia) per i clienti del provider, operativo 7 giorni su 7, dalle 7:00 alle 22:30. In questi orari si può entrare in contatto con l’assistenza clienti per risolvere problematiche amministrative o per parlare con gli addetti commerciali dell’azienda.

Il numero gratuito 187 è utile anche a chi abbia bisogno di assistenza tecnica. Per questo tipo d’esigenza si può ricevere supporto 24 ore su 24. 

I numeri verdi utili

  • 800 414 472 – Numero di telefono utile per richiedere l’allacciamento di nuovi edifici.
  • 800 447 788 – Numero verde utile dedicato ai clienti che hanno acquistato l’assistenza tecnica su PC.
  • 800 020 955 – Numero per SMS dedicato ai clienti non udenti.
  • 800 000 195 – Numero fax dedicato ai clienti non udenti. 

Area clienti TIM online e l’app MyTIM Mobile

A seguito della registrazione sul sito TIM (www.tim.it, qui per l’accesso diretto) da clienti, si hanno a disposizione una serie di servizi accessibili dall’area privata MyTIM. Qui è possibile gestire i propri abbonamenti e le fatture, nonché entrare in contatto con il supporto clienti. Inoltre è presente un’ampia sezione per rispondere alle domande più frequenti sulla fruizione delle offerte per fisso e mobile TIM.

Chi ama la praticità delle applicazioni per i dispositivi mobile, può usufruire dell’accesso all’area clienti TIM attraverso l’app MyTIM Mobile. Per scaricarla si può seguire questo link.

Servizio clienti TIM via Social Media

Per chi fosse alla ricerca della possibilità di comunicare con un operatore TIM per l’assistenza clienti, i Social Media possono essere un ottimo canale. Per questi canali, il customer care è solitamente più reattivo.

Nella pagina ufficiale Facebook è attivo il sistema di messaggistica privata del provider che è possibile sfruttare per richiedere informazioni o assistenza.

Su Twitter, il profilo ufficiale TIM riporta i contatti delle operatrici per l’assistenza clienti: effettuate la vostra richiesta a @TIM4USara o @TIM4UGiulia.

Assistenza TIM: i negozi fisici

Per quanto si possa essere ‘digital’, alcune problematiche possono essere risolte solo vis-à-vis, comunicando in tempo reale con un operatore reale. Per soddisfare questa esigenza c’è la rete di negozi fisici TIM a disposizione. Per conoscere il centro TIM più vicino, è possibile utilizzare il servizio dedicato sul sito del provider.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore