martedì, Ottobre 27

Sahara, le immagini spettacolari della neve nel deserto E' durata poco, perché si è sciolta durante il giorno appena le temperature si sono alzate, ma è rimasta il tempo necessario per poter essere immortalata

0

Domenica ha nevicato ad Aïn Séfra, una città nel nord-est dell’Algeria vicino al confine col Marocco. Un evento eccezionale nel deserto del Sahara. In tutto sono caduti circa 40 centimetri di neve. Secondo ‘TSA Algeria‘, è la quarta volta che accade negli ultimi 37 anni, anche se nella zona avviene per il secondo inverno consecutivo. Tra la fine del 2016 è l’inizio del 2017 infatti, in alcune zone del Sahara erano caduti circa 80 cm di neve. L’evento fu considerato eccezionale, e invece pare di no.

E’ durata poco la neve, perché si è sciolta durante il giorno appena le temperature si sono alzate, ma è rimasta il tempo necessario per poter essere immortalata dall’obiettivo di alcuni fotografi e cineoperatori.

E intanto la sabbia del Sahara arriva in Europa. A causa dell’intensità dei venti si prevede che nei prossimi giorni grandi quantità di sabbia cadranno sul Mediterraneo: dapprima sulle Isole Baleari, la Corsica, la Sardegna e la Francia in prossimità del Golfo di Biscaglia. Poi interesseranno l’intera penisola italiana per spostarsi verso nord fino a raggiungere le aree scandinave.

(video tratto dal canale Youtube di IBTimes UK)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.