lunedì, Agosto 3

Russia, il video dei raid contro l'ISIS Le immagini delle operazioni portate avanti dai governativi siriani e dai russi a Palmira

0

Continua l’offensiva in Siria delle forze governative, supportate dalla Russia, contro l’ISIS. Dopo la liberazione di Palmira, ecco arrivare le prime immagini dei raid compiuti contro le postazioni dei miliziani jihadisti. Ma ora è già tempo di pensare alle prossime mosse e, secondo alcune fonti governative, si sta attuando quanto auspicato molto tempo fa: una cooperazione a livello militare tra Usa e Russia. Nonostante le divergenze siano evidenti, vedi la questione ucraina e la sicurezza nucleare (infatti Mosca non è presente a Washington al summit), secondo l’agenzia ‘Interfax’ militari russi e americani stanno discutendo la possibilità di coordinare le operazioni per arrivare a liberare Raqqa, la roccaforte dello Stato Islamico. «I nostri ufficiali e la dirigenza del Pentagono stanno studiando gli aspetti concreti di questo coordinamento», ha spiegato Oleg Syromolotov, viceministro russo degli Esteri, «tenendo anche conto del ritiro di parte del nostro contingente». E per quanto riguarda la liberazione di Raqqa, ha aggiunto, «posso soltanto ripetere le parole di Serghej Lavrov al riguardo: fin dall’inizio noi siamo stati pronti a coordinare con gli americani le nostre operazioni in Siria».

(video tratto dal canale Youtube di RT)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore